30 gennaio 2013

Uccisero senzatetto, condannati due poliziotti

Sono stati condannati a 12 anni di reclusione i due agenti della polizia ferroviaria arrestati nel 2009 e riconosciuti colpevoli del pestaggio e dell'omicidio di un clochard a Milano.

Ci sparano addosso...e cercano di passare per vittime.

Lettera aperta a quanti nella mia città e non solo combattono gli abusi di polizia

Lettera di Mauro Gentile, condannato per i fatti del 15 ottobre 2011

Compagne e compagni, il 7 gennaio sono stato condannato in primo grado a 6 anni di reclusione per gli sontri del 15 ootobre a Roma, premeditatamente ed ingiustamente. La macchina della repressione,ora, si accanisce ancora su di me, notificandomi un altro capo d'accusa...tentato omicidio nei confronti dello sbirro Tartaglione, conducente del blindato dato alle fiamme.

In carcere 3 dei poliziotti che uccisero Aldrovandi. Ma il Viminale non li licenzia

Si faranno sei mesi di carcere, perché «in sette anni mai hanno preso le distanze dalla vicenda delittuosa, mai un gesto anche solo simbolico nei confronti della vittima o della sua famiglia ». Per il quarto agente decisione tra qualche giorno. Ma il Ministero degli Interni non ha intenzione di licenziarli.

28 gennaio 2013

Pestaggi a San Sebastiano, interviene l’Europa

San Sebastiano, una Guantanamo ante litteram». Dove nel 2000 la violenza di agenti della Penitenziaria contro una trentina di detenuti – in quella che i giudici hanno ribattezzato «galleria degli orrori» – «fu un vero e proprio atto di tortura».

27 gennaio 2013

No Muos: stretta repressiva a Niscemi ed a Catania

Si innalza la tensione con le forze dell’ordine ai blocchi del Presidio No Muos. Questa mattina i blocchi sono stati visitati dalle forze dell’ordine che hanno sgomberato le barricate poste sulla strada per impedire il transito dei camion. Particolarmente aggressivo il comportamento dei funzionari di polizia nei confronti degli attivisti e delle mamme No Muos presenti in loco.

Mantova, sotto processo Patrizia Aldrovandi

La prima pm del caso si sente diffamata dalla mamma di Federico. Il suo legale chiede che sia assolta senza processo

Il sindacato di polizia Coisp attacca la famiglia di Federico Aldrovandi

I lettori senza divisa lo hanno sentito nominare ogni 20 di luglio quando, nell'anniversario dell'omicidio di Carlo Giuliani (per il quale è stato negato un pubblico processo), chiede di manifestare in solidarietà con le forze di polizia nella stessa piazza in cui la pistola di un carabiniere ammazzò un ragazzo di 23 anni che aveva raccolto un estintore dopo aver visto quella pistola, impugnata da professionista, spuntare dal retro di un defender.

25 gennaio 2013

"Sciogliete il VII reparto mobile di Bologna"

Cosa deve ancora accadere perché il VII Reparto mobile di Bologna venga smantellato? Da Bologna un appello alla società civile dopo l'assoluzione a Verona, lo scorso 18 gennaio, di 8 agenti accusati di aver massacrato di botte e reso invalido, senza motivo, Paolo Scaroni.

24 gennaio 2013

Appello a tutti i cittadini, organizzazioni sociali, sindacati

Nei giorni scorsi abbiamo inviato a tre candidati alla presidenza del consiglio - Pierluigi Bersani, Beppe Grillo, Antonio Ingroia - un documento, sottoscritto anche da altri Comitati e organizzazioni, con una serie di proposte maturate negli ultimi anni, dal G8 di Genova del 2001 in poi. Bersani e Grillo non ci hanno risposto; dalla lista Rivoluzione civile sono arrivati messaggi contraddittori: generiche rassicurazioni da parte di Antonio Ingroia ma anche prese di posizione di suoi esponenti di punta in totale contrapposizione rispetto alle nostre richieste.

Magistrato costruiva "teoremi" contro i compagni.... arrestato per concussione e corruzione

Arrestato dai carabinieri il pm del tribunale di Roma, Roberto Staffa. L'arresto è stato ordinato dal gip di Perugia su richiesta della procura competente per inchieste che riguardano magistrati romani. I reati contestati sono di concussione, corruzione e rivelazione di segreto d'ufficio e sarebbero legati a favori fatti dal magistrato in cambio di sesso.

23 gennaio 2013

Bologna, sgomberato il Bartleby

Lo spazio autogestito Bartleby di via San Petronio Vecchio a Bologna, occupato da tempo da collettivi universitari, è stato sgomberato questa mattina dalle forze dell'ordine in seguito a una richiesta dell'università, che è proprietaria dei locali.

22 gennaio 2013

Solidarietà e complicità con i 14 attivisti dei movimenti dell’area jonica

Esprimiamo la nostra solidarietà e complicità con i 14 militanti dei movimenti dell’area jonica denunciati per la manifestazione nella stazione di Rossano del 15 settembre per protestare contro la soppressione dei treni sulla propria tratta.

21 gennaio 2013

Lettera di Paolo Scaroni l'Ultras del Brescia picchiato selvaggiamente dalla polizia

Lettera di Paolo indirizzata alla stampa: "Qui non si molla un cazzo!" Se vi è possibile fatela girare e mandatela ai media locali e nazionali. Come sempre grazie di tutto.

Torino. I No Tav processati in aula bunker

Chi lotta contro la mafia della Tav processato nel luogo dove si giudicano i mafiosi. Oggi contestazioni in aula nel processo contro i No Tav. Unificati due procedimenti. Si riprende il 14 febbraio

19 gennaio 2013

Padova: Un video mostra i poliziotti che al grido "Fracassateli .." caricano i manifestanti il 14 novembre

E' stato reso pubblico un video in cui si sente chiramente un esponente delle "forze dell'ordine" incitare i suoi "colleghi" dicendo "fracassiateli, oggi li fracassiamo ..." e si vedono i poliziotti partire alla carica dei manifestanti nel piazzale della stazione proprio la mattina del 14 novembre.

Cuneo: Comunicato sugli arresti del 16.01.2013

Il 14 luglio durante una manifestazione contro la repressione subita dal movimento no tav presso il carcere di Cuneo in solidarietà al nostro compagno Mao e a tutti gli arrestati No Tav, quello che era nato come presidio si è trasformato presto in un corteo partecipato e determinato che ha deciso di percorrere la strada che conduce dal carcere alla stazione ferroviaria.

18 gennaio 2013

Ingiustizia è fatta!!: Assolti i poliziotti che hanno massacrato di botte Paolo Scaroni

Gli otto poliziotti del reparto celere di Bologna che hanno pestato, massacrato di botte e ridotto in fin di vita, Paolo Scaroni, ultras del gruppo Brescia 1911 durante una carica contro i tifosi bresciani in trasferta a Verona il 24 settembre 2005, sono stati assolti per insufficienza di prove.

Arresto post manifestazione no Monti a Torino

Cari amici e amiche,

vi scrivo per informarVi che ieri è stato arrestato Franco Pellegrino. Chiunque abbia frequentato il campeggio Garavella durante il 2011 o il 2012 se lo ricorderà: un signore silente, magro, dai lunghi capelli bianchi e dalla barba fluente, amico di Cristina di Torino (sempre vestita in viola).

17 gennaio 2013

Carceri, G8 e forze dell'ordine, vergogne d'Italia

Dopo aver avviato le indagini sui massacri avvenuti al G8 del 2001, la Corte europea di Strasburgo ha condannato lo Stato italiano per violazione dei diritti nelle carceri.

Novara, quattro processi politici in un giorno

Quattro processi in un solo giorno a Novara contro una quarantina di attivisti politici "antagonisti". Inquietanti cronache da una provincia che non buca mai lo schermo. La segnalazione giunge a Liberazione e all'Osservatorio contro la repressione da Gilberto Pagani, uno dei responsabili Legal Team Italia, associazione di avvocati che opera perché sia garantito il libero esercizio dell’attività politica, sociale e rappresentativa dei cittadini e delle loro organizzazioni.

Giovanni Cucchi: adesso dico basta

Il padre di Stefano Cucchi, il geometra romano morto in un ospedale di Roma tre anni fa, si ribella e scrive una lettera aperta: "Abbiamo più rispetto dagli imputati che dai pm".

15 gennaio 2013

Complici e solidali. Appello per una manifestazione nazionale a Teramo

In seguito alle pesantissime condanne a 6 anni di reclusione e 60000 € di risarcimento inflitte lo scorso 7 gennaio ai 6 ragazzi accusati di essere coinvolti negli scontri avvenuti nella Capitale il 15-10-11, Azione
Antifascista Teramo chiama all’appello tutti i gruppi, i movimenti e i singoli individui che si riconoscono nelle lotte e che vogliono dimostrarela loro solidarietà e vicinanza con i fatti, oltre che con le parole.

Sabato 9 febbraio 2013 si terrà a Teramo un corteo nazionale le cui finalità saranno:

14 gennaio 2013

Contestato Monti a Torino. Cariche e feriti

Questa mattina era prevista la re-inaugurazione della nuova stazione dell'alta velocità di Torino, Porta Susa, con la presenza di Monti e dell'amministratore delegato di Trenitalia Moretti. Il nuovo restyling della stazione peraltro era stato già omaggiato e inaugurato nel mese di novembre dal sindaco di Torino, Piero Fassino che ha voluto ripetere l'evento questa volta in grande stile.

13 gennaio 2013

Davide sospende lo sciopero della fame.... la lotta contro la repressione continua!

Nonostante questi ultimi giorni siano stati i più duri della mia vita, posso dire che la mia protesta estrema non è stata vana, anzi. Grazie all’interessamento del Consigliere Regionale Acerbo e del Segretario Regionale Fars del PRC, la mia richiesta è arrivata fino a Roma dove ieri ne hanno discusso con il Segretario Ferrero nella Direzione Nazionale del Partito di Rifondazione Comunista.

12 gennaio 2013

G8 Genova: Corte europea ammette il ricorso per le torture alla caserma Bolzaneto

La Corte europea dei Diritti dell’Uomo, ha dichiarato ammissibile il ricorso presentato da 19 parti offese per i fatti della caserma di Bolzaneto decidendo di dare al caso “la priorità” ponendo al Governo italiano una serie di domande a cui dovrà essere data risposta entro l’aprile 2013.

11 gennaio 2013

Condanne 15 ottobre: Lettera di Davide Rosci in sciopero della fame e della sete

Sono passate ormai più di 48 ore da quando ho iniziato la mia forma di protesta non violenta dello sciopero della fame e sete.

"Presidente Napolitano, mi revochi la cittadinanza italiana"

Massimiliano Zossolo, di recente condannato in primo grado a sei anni di carcere per gli scontri avvenuti in Piazza San Giovanni il 15 ottobre 2011, scrive una lettera al Presidente della Repubblica.

Prescrizione per le torture alla caserma Raniero a Napoli.

Comunicato dei centri sociali napoletani sulla prescrizioni per i poliziotti autori delle violenze nel marzo 2001

Rilanciare una campagna per amnistia, tortura, codice identificativo

Niscemi (No Muos) come la Val Susa: invasione della polizia

Niscemi INVASA da centinaia di forze di polizia. Con inaudita violenza sono stati rimossi i blocchi dei manifestanti per il passaggio del convoglio con i mezzi per il montaggio delle antenne MUOS.

9 gennaio 2013

G8 Genova: Vicequestore di polizia a processo per falsa testimonianza

E’ stato interrogato questa mattina nell’ambito del processo a suo carico per falsa testimonianza Luca Cinti, vicequestore di polizia e dirigente del Reparto mobile di Bologna nei giorni del G8 del 2001.

Sentenza 15 ottobre: una riflessione tra il tecnico e il politico

Dure le condanne inflitte dal tribunale di Roma per gli scontri avvenuti il 15 ottobre del 2011 in Piazza San Giovanni: 6 anni di reclusione per l'attacco al furgone dei carabinieri. Bisognerebbe forse dar meno ascolto ai "consigli" degli avvocati...

8 gennaio 2013

Lettera aperta di Davide Rosci, condannato per i fatti del 15 ottobre 2011

Quando sono stato arrestato il 20 aprile scorso, dissi che ero sereno; ciò che mi portava ad esserlo era la fiducia che riponevo nella giustizia, la consapevolezza che gli inquirenti non avessero in mano niente di compromettente e la percezione che, nonostante il grande clamore creato ad hoc dai mass-media, il processo fosse equo ed imparziale, così come previsto dalla legge.

Il prefetto Oscar Fiorolli, torturatore di Stato, arrestato per corruzione

Il prefetto, ex direttore delle specialità della polizia, Oscar Fiorolli colui che interrogò Elisabetta Arcangeli con un manganello nella vagina e tirandole i capezzoli con una pinza, nella stanza accanto a quella in cui torturavano il suo compagno, è tra i destinatari delle ordinanze di custodia cautelare per tangenti e corruzione per l'inchiesta sui lavori per il centro elettronico nazionale delle forze dell'ordine. Nei confronti di Fiorolli sono stati disposti gli arresti domiciliari

#14N Brescia: Dopo le cariche, la repressione. Denunciati 17 compagne e compagni

A Brescia il 14 novembre scorso, giorno dello sciopero sociale europeo, era stato caratterizzato dalla violente cariche poliziesche fuori dalla stazione ferroviaria: studentesse/i e attiviste/i, a mani nude, erano stati aggrediti a colpi di manganello dalla polizia, che colpì ripetutamente alla testa compagne e compagni, molti giovanissimi, mandando diverse persone in ospedale.

Carceri. La Ue condanna l'Italia

E adesso vediamo se una cosa "che vuole l'Europa" ma non interessa affatto alla classe dirigente di questo paese vie o non fatta davvero. E' la quarta condanna Ue per l'identico motivo.

Testimonianze: Turturato e pestato in carcere

Desidero portare a conoscenza  la mia vicenda di TORTURA DI STATO in CARCERE MEDIANTE PSICOFARMACI - con tanto di INDOTTA CRISI IPERTENSIVA - nel reparto "Il Sestante" di Le Vallette a Torino, guidato dal Dott. Elvezio Pirfo. Dovuta ad un palese scambio di cartelle anamnestiche col mio compagno di cella.

7 gennaio 2013

Caro Ingroia, la verità è rivoluzionaria

Caro Ingroia,

l'attesa e la speranza che sta suscitando il suo progetto politico ci spinge a prendere parola e a scriverle questa lettera pubblica. Crediamo, infatti, che una vera "rivoluzione civile" non può prescindere dalle istanze e dalle proposte nate dalla società civile e dai movimenti degli ultimi dieci anni. E ci rivolgiamo a lei proprio nella sua veste di candidato alla presidenza del consiglio alle prossime elezioni.

Detenuto si suicida nell'infermeria del carcere di Lecce

Mohamed Abdi, un detenuto somalo di 38 anni, è morto suicida ieri pomeriggio nel penitenziario di Borgo San Nicola, a Lecce. L'uomo era detenuto da circa un anno per reati contro il patrimonio. La salma è stata trasportata presso l'ospedale "Vito Fazzi". Le autorità locali hanno avvisato il consolato, perché sembra che l'uomo non abbia parenti in Italia.

#15ottobre: Continua la vendetta di Stato... altre dure condanne a carico di sei compagni

Continua la vendetta di Stato. Sei anni di reclusione è stata la pena inflitta a sei compagni accusati di aver preso parte all'assalto del furgone dei carabinieri dato alle fiamme nel corso della manifestazione del 15 ottobre del 2011.

#14N: Retata a Padova contro i centri sociali

All’alba di oggi è scattata una operazione di polizia, a Padova, nei confronti di alcuni attivisti che hanno partecipato allo sciopero e alle manifestazioni dello scorso 14 novembre, che si erano concluse nel capoluogo veneto con cariche della polizia nel piazzale della stazione.

Perchè Lander non va estradato

Un folto e qualificato gruppo di giuristi, membri del Parlamento, intellettuali ha promosso un appello, affinché Lander Fernandez Arrida, attualmente agli arresti domiciliari a Roma non sia estradato in Spagna, come richiesto dalle autorità di quel paese, in particolare dalla Audiencia National. Si tratta di un paese con sedimentate relazioni culturali, sociali, politiche, consuetudinarie con il nostro e, quindi, vale la pena soffermarsi sulle motivazioni di tale richiesta di rifiuto. Chiarendo subito che credo che essa debba essere accolta e Lander Fernandez Arrida non debba essere estradato.

4 gennaio 2013

G8 Genova: le violenze alla Diaz e a Bolzaneto vanno a Strasburgo.

Le motivazioni del ricorso: “Pene non effettive, manca il reato di tortura”

“Il G8 è un capitolo chiuso” aveva detto il capo della polizia Antonio Manganelli al quotidiano nazionale Repubblica un paio di mesi fa, in risposta alle polemiche scoppiate dopo le manifestazioni degli studenti a Roma.

3 gennaio 2013

Palerno: detenuto suicida al carcere di Ucciardone

Dopo che2012 all'interno delle carceri italiane ben 154 persone detenute sono morte, 60 delle quali suicidatesi, il 2013 inizia con un nuovo.

2 gennaio 2013

Il 2012 e la tortura di Stato: un anno importante

Se proprio bisogna fare un bilancio possiamo dire che il 2012 è stato un anno importante, almeno sotto un punto di vista, pesante come un macigno di basalto: la tortura.

Padova: Sgomberato e sequestrato il c.p.o. Gramigna

Il 24 dicembre è stato sgomberato, e posto sotto sequestro preventivo da parte della questura, lo stabile comunale occupato dal C.p.o. Gramigna lo scorso 5 dicembre. Di fronte allo stabile due “new jersey” di cemento sbarrano le entrate. Lo sgombero si somma ai tre precedenti tentativi di chiusura in cui gli sbirri avevano fatto saldare delle grate di ferro alle entrate, sempre rimosse dagli occupanti.

Notizie Correlate