20 dicembre 2013

Bologna. Alla Granarolo la polizia sfonda i picchetti dei lavoratori

Anche questa mattina, venerdì 20 dicembre, i facchini che lavorano per conto della Granarolo hanno picchettato l’ingresso dello stabilimento bolognese. Intorno alle 9 c’è stato un primo intervento della polizia che ha tentato  più volte di sgomberare il presidio trascinando via i lavoratori, ma alcuni di questi si sono buttati anche sotto i camion per bloccare gli ingressi e hanno resistito.  



Ma un’ora più tardi, ntorno alle 10, la polizia ha più volte caricato lavoratori e solidali, riuscendo a sgomberare il picchetto. Un lavoratore è rimasto ferito ed è ricorso alle cure mediche in ospedale.  Il picchetto di oggi rientra nelle iniziative della campagna di boicottaggio “per un Natale senza Granarolo”. I facchini pretendono la fine del sistema di sfruttamento contrattuale che vivono quotidianamente e chiedono l’immediata cessazione dei licenziamenti politici. 


Nessun commento:

Notizie Correlate