7 giugno 2013

Genova 2001 non è finita, ed arriva fino a Barcellona

Mercoledi 5 giugno a Barcellona, è stato arrestato Francesco Puglisi, latitante, condannato a 15anni di carcere per i Fatti del G8 di Genova del 2001. Attualmente è stato trasferito in un carcere a Madrid.

Ieri, in Italia sono stati assolti gli assassini di Stefano Cucchi “per non aver commesso il fatto”.

Amnesty International ha definito i giorno del luglio 2001 come “la più grande sospensione dei diritti democratici in un paese occidentale dopo la seconda guerra mondiale”. Nessun “difensore dell’ordine” è stato condannato, anzi chi stava al comando come Gianni De Gennaro è stato premiato con una brillante carriera, mentre ai manifestanti arrestati è stato applicato il “Codice Rocco”, eredità del regime fascista mai abrogato e sono state comminate pene di oltre 10 anni di carcere per “devastazione e saccheggio”.

Ci troviamo quindi di fronte agli ennesimi casi di repressione dei movimenti sociali e impunitá della polizia.

Non possiamo tollerare questa ennesima ingiustizia.

Come logica consequesta, si è svolta il 6 giugno una concentrazione a passeig de Gracia 7 di fronte al consolato turco, per chiedere, al fianco dei fratelli turchi che manifestano ogni giorno qui a Barcellona per dare supporto al loro popolo, giustizia per gli imputati e ricordare tutti i compagni feriti, torturati e massacrati dalle forze dell’ordine italiane.

LIBERI TUTTI!!

Aggiungetevi all’evento facebook:








Nessun commento:

Notizie Correlate