19 giugno 2013

Arresti a Milano per lo sgombero dell'ex Cuem

Questa mattina a Milano è scattata un'operazione giudiziaria nei confronti di dieci studenti accusati di resistenza, danneggiamento e travisamento; per 7 di loro sono stati disposti gli arresti domiciliari, altri 3 sono indagati a piede libero.

Le accuse si riferiscono ai fatti del 6 maggio scorso, quando la polizia fece irruzione all'interno dell'università Statale per impedire agli studenti di occupare un'aula in seguito allo sgombero dell'ex Cuem libreria autogestita, spazio di aggregazione e di lotta devastato e sgomberato poche ore prima per ordine della governance universitaria.

Gli studenti, determinati nel difendere i propri spazi all'interno dell'ateneo e decisi a non tollerare la presenza della polizia nell'università, erano stati caricati più volte fino ad essere spinti brutalmente verso l'ingresso. L'intimidazione non impedì peraltro agli studenti di riappropriarsi dell'ex Cuem il giorno successivo dopo un partecipato corteo per le vie di Milano.

A poco più di un mese di distanza arriva la risposta repressiva contro chi decise di resistere in difesa di uno spazio sottratto all'abbandono e restituito all'autogestione e ai bisogni degli studenti: agli arrestati di questa mattina va quindi la nostra solidarietà.

Per le 12 è stato convocato un appuntamento all'ex Cuem per decidere come organizzare la risposta a questa operazione; seguiranno aggiornamenti.



Il video delle cariche all'interno della Statale:














Nessun commento:

Notizie Correlate