31 agosto 2012

Giovane aggredito a Pavia perchè indossava maglietta antifascista

Una tranquilla serata fra amici è stata bruscamente interrotta dalla violenza di cinque fascisti, che si permettono di decidere cosa si può indossare e cosa no in una città come Pavia. È accaduto martedì scorso, 28 agosto, in pieno centro, verso mezzanotte e mezza.

Udine: suicida detenuto con problemi mentali, era stato dichiarato compatibile con il carcere

Alessandro Marchioro, nato a Padova nel 1960, era un operaio metalmeccanico, con problemi mentali di "media gravità". In cura presso i Servizi Territoriali, ha sempre vissuto con i genitori, che sopportavano in silenzio il suo comportamento irascibile e a volte violento.

Nessuno spazio ai Fascisti. Presidio a Brescia

L'organizzazione nazi-fascista “Casa Pound Italia” dopo essere stata scacciata dalla città di Brescia ha allestito la propria sede a San Vigilio di Concesio nella centralissima piazza della chiesa con tanto di addobbi e scritte di littoria memoria.

Detenuto necessita intervento chirurgico, il magistrato rigetta l’istanza

Rifiutano di ricoverare il detenuto di via Burla, nonostante sia necessaria un’operazione per curare il suo male. La denuncia è partita dall‘onorevole Rita Bernardini, deputata radicale e membro della Commissione Giustizia; recita la nota stampa sul website dei Radicali: “È il macabro gioco degli equivoci e del mancato rispetto delle leggi in vigore a tenere Tommaso Gentile ancora in cella nel carcere di Parma, per di più al 41-bis, senza che sia effettuato l’intervento chirurgico per asportare un carcinoma maligno dalla sua mammella sinistra”.

30 agosto 2012

Abolire l’ergastolo: raccolte 5.700 firme per una proposta di legge di iniziativa popolare

Lanciata da Carmelo Musumeci, scrittore ergastolano, nel suo sito. Fino a ieri raccolte circa 5.700 firme. Ci sono anche quelle di Margherita Hack, Umberto Veronesi, Erri De Luca, Ascanio Celestini.

25 agosto 2012

Cantare Bella ciao a Isernia vale 12 giorni di prigione

Condannati per aver cantato “Bella Ciao”. Non è una cronaca degli anni '40, in pieno regime fascista, ma una vicenda accaduta ai giorni nostri, a Isernia. Ieri il Tribunale del capoluogo pentro ha condannato sette militanti di organizazzioni antifasciste al pagamento di 1.350 euro a testa a seguito degli avvenimenti avvenuti il 29 settembre 2011. A costoro il Tribunale ha addebitato con un decreto penale il reato di “manifestazione non autorizzata”.

Anzio (Roma): ruba merendine in ospedale, vigilante spara e lo uccide

Stava cercando di scassinare il distributore di merendine, probabilmente per racimolare qualche soldo per la serata. Non certo una rapina milionaria quella che è costata la vita a Massimiliano Andreoli, il pregiudicato 48enne di Nettuno ucciso ieri sera dai colpi di pistola esplosi dal vigilante dell’ospedale di Anzio, sul litorale laziale. Un furto di qualche euro finito nel sangue, probabilmente per errore, secondo quanto raccontato dalla stessa guardia giurata subito dopo essere stato arrestato con l’accusa di omicidio.

23 agosto 2012

Carcere: La vendetta sugli Uomini Ombra

Alla fine di Luglio,il DAP(Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria),con l'autonomia e l'autorità deliberativa conferitagli dal Ministero di Grazia e Giustizia,ha deciso, senza tenere conto dell'Ordinamento Penitenziario,che favorisce i processi di riqualificazione e di vicinanza alle famiglie,strumento basilare di vivibilità per chi è recluso,soprattutto chi è condannato all'ergastolo,di trasferire 18 ergastolani ostativi della sezione AS/1 dell'Istituto penitenziario di Spoleto.

22 agosto 2012

Ciao Giulia una di noi, sempre con noi!!!

Martedi 21 agosto, Giulia, compagna del centro sociale magazzino 47 di Brescia  e volontaria nello stand della salamaia alla festa di Radio Onda d’Urto, ci ha lasciati improvvisamente.

21 agosto 2012

Piazza Angelo Di Carlo, uno di noi

Cambiamo il nome a piazza Monte Citorio, dedichiamolo all'uomo che si è dato fuoco ed è morto stremato dalla precarietà.

Le nostre scuse a Dolcenera

All'inizio dell'anno ci veniva segnalato un video che abbiamo pubblicato in cui si evidenziava che durante un concerto la cantante Dolcenera faceva il saluto romano. Purtroppo abbiamo preso un grosso abbaglio. Il video in questione è stato montato e manipolato proprio da esponenti di estrema destra alla vigilia di una manifestazione fascista a Firenze. Un nostro imperdonabile errore. A Dolcenera le nostre sincere scuse.

20 agosto 2012

"Il mio incubo di mezza estate io giornalista processato in 12 ore"

Ore 3.00 del mattino. Notte di ferragosto. In un locale del centro storico di una Napoli semideserta, il Vecchio Perditempo, una trentina di persone ascolta musica, balla, flirta, beve qualcosa: insomma si diverte. A qualcuno però, evidentemente, questa cosa non piace, ed ecco arrivare una macchina della polizia municipale.

I casi Assange e Pussy Riot non riguardano la libertà di parola

-Julian Assange ha ottenuto asilo politico dall’Ecuador di Correa.

-Le militanti del gruppo musicale “Pussy Riot” sono state condannate a due anni di carcere.

-La verità è sempre rivoluzionaria.

Odissea persecutoria della tortura del 41bis


La storia di un tormento istituzionale che sembra non avere mai fine, una tortura democratica in cui l'arbitrio è un fatto divenuto ovvio e naturale, quella di Davide Emmanuello.

Carceri: Senza lavoro c'è la recidiva

Quando finiscono le pene, i detenuti sono abbandonati a se stessi, perché manca una rete sociale dello Stato per supportare i cittadini ex detenuti che finiscono di pagare il loro debito con la giustizia. Questa mancanza sociale comporta che la recidiva in Italia sia la più alta d'Europa, circa il 70% ma con punte del 90% nel Meridione perché, come in tutti i campi, anche in quello penitenziario ci sono due Italie: nel Nord ci sono eccellenze come il carcere di Bollate (Milano), che sono riusciti a portare la recidiva al 10%. Ci sono riusciti perché hanno creato una rete di lavoro con l'aiuto di ditte esterne e associazioni di volontariato.

14 agosto 2012

Carceri: 100 morti da inizio anno, una "strage" impunita

Altri 3 detenuti sono morti. Si aggiungono all'interminabile lista delle vittime di un sistema penitenziario sempre meno capace di tutelare la vita e la salute delle persone che dovrebbe "custodire": 6 da inizio agosto, 100 da inizio anno, 2.033 (duemila trentatré) negli ultimi 12 anni.

13 agosto 2012

Padova: Sgomberata dalla polizia la Baracca Occupata

Intorno alle 5.30 di venerdi mattina (Venerdì 10/8), le forze dell’ordine hanno fatto irruzione nella Baracca Occupata forzando la porta di ingresso.

10 agosto 2012

Rispettiamo solo i pompieri: I Vigili del Fuoco non vogliono operare come corpi repressivi

In una lettera inviata ai lavoratori, la Usb Vigili del Fuoco della Liguria scrive che "in merito ai gravi episodi di repressione avvenuti a Genova nei giorni scorsi, culminati con lo sgombero violento di un area urbana occupata da mesi da giovani, azione repressiva attuata dalle forze dell'ordine coadiuvate dai vigili del fuoco, la cui competenza giuridica e professionale viene distorta e impropriamente asservita ai loschi interessi di un apparato repressivo di uno stato che oramai rappresenta solo gli interessi delle banche e dei gruppi finanziari che lo compongono in spregio ad ogni minimo principio di democrazia".

Non vogliamo altri casi Mastrogiovanni

Qualche anno fa, a Vallo della Lucania, un uomo venne braccato da un imponente schieramento di forze dell'ordine per aver commesso un'infrazione stradale. L'uomo era conosciuto dai servizi psichiatrici territoriali, si chiamava Francesco Mastrogiovanni e per questo scattò nei suoi confronti un Trattamento Sanitario Obbligatorio. Per chiunque

7 agosto 2012

Roma: Sgomberato il presidio antifascista della Cae

Martedì 7, alle 6 decine di vigili urbani hanno sgomberato il presidio promosso da cittadini e organizzazioni sociali «in difesa della Città dell’altra economia e per fermare le destre».

Manifestazione a Taranto: 41 persone denunciate


La questura di Taranto ha identificato e denunciato 41 persone, del gruppo di manifestanti che il 2 agosto scorso in Piazza della Vittoria contestarono il comizio e la manifestazione dei sindacati confederali, organizzata con i lavoratori dellll'ilva. Le 41 persone - spiega la questura - sono state identificate e saranno denunciate in stato di libertà all`autorità giudiziaria per aver turbato a vario titolo la manifestazione in atto, determinando, la temporanea interruzione dei comizi ufficiali.

Teramo: detenuto 29enne muore dopo 6 mesi di agonia

Il mese di luglio è stato il peggiore degli ultimi 12 anni per le carceri italiane, con la morte di 14 detenuti e 3 poliziotti penitenziari: ma agosto, appena iniziato, già fa registrare i decessi per suicidio di altri 3 detenuti.

4 agosto 2012

Carceri: pestaggi, sevizie, violenze sessuali.. al minorile di Bologna la brutale legge dei più forti

Le motivazioni della sentenza per lo stupro di un ragazzo al carcere minorile bolognese da parte di due detenuti. Era già stato pestato e minacciato dai compagni. L'intera struttura è sotto inchiesta: 35 indagati.

3 agosto 2012

Io, No Tav vi racconto la mia esperienza in carcere

Pubblichiamo una riflessione di Zeno, sulla sua esperienza in carcere per la questione TAV. Ora, dopo 4 mesi di arresti domiciliari, è finalmente libero. Ha appena compiuto 20 anni.

Preoccupazione e disappunto per il trasferimento degli ergastolani ostativi dal carcere di Spoleto

Venendo a conoscenza dell'improvviso trasferimento della sezione AS1 degli ergastolani di Spoleto, la Comunità Papa Giovanni XXIII, fondata da Don Oreste Benzi, esprime il proprio disappunto per tali spostamenti.

2 agosto 2012

Carceri, la mattanza continua: due suicidi in poche ore

B.S., di origine albanese.  detenuto della casa circondariale di Alba si è suicidato usando una rudimentale corda ottenuta annodando delle lenzuola della sua cella. L'uomo si è impiccato alla porta che conduce al bagno della cella stessa.
Emanuele Grisanti, 29 anni, detenuto per rapina e detenzione di droga, era ricoverato all’ospedale Sant’Eugenio di Roma per farsi operare di calcoli. Doveva scontare ancora 4 anni di carcere. Ha preferito impiccarsi nel cortile dell’ospedale. Padre di un bambino di 4 anni, da uomo libero viveva al popolare quartiere romano del Laurentino 38. Nella disperata contabilità carceraria, Emanuele è il 95° detenuto che muore dall’inizio dell’anno, il 35° per suicidio.

1 agosto 2012

Una legge sulla tortura con i nomi dei torturati

Lucia e Ilaria, Patrizia e Domenica scrivono ad Amnesty. Sono le sorelle di Uva e Cucchi, la madre di Aldrovandi e la figlia di Ferrulli.

Rimpatriata fascista nel centro di Roma

Fascisti senza poltrone alla ricerca dell'identità perduta si sono ritrovati per fare i conti con i propri fallimenti e con i frutti dello sdoganamento. Si conferma che il potere logora chi non ce l'ha.

Notizie Correlate