31 gennaio 2012

Firenze: lo strano "suicidio" di Youssef Ahmed Sauri

Youssef Ahmed Sauri, è il 27enne di nazionalità marocchina, morto “suicida” il 27/1/2012 alle 23,20 dentro una cella di sicurezza della questura di Firenze. Arrestato poche ore prima al Pronto Soccorso Santa Maria Nuova. Dicono che si sia suicidato Ma la "versione ufficiale" non ci convince,

Stefano Cucchi morto dopo un pestaggio… la perizia-choc dei periti della famiglia

Altro che decesso naturale, altro che lesioni trascurabili, altro che destino. La fine di Stefano Cucchi è stata determinata dai colpi che ricevette al viso e alla schiena e dalla successiva negligenza dei medici che lo ebbero in cura.
I periti della famiglia, alla ventiquattresima udienza del processo, contestano senza peli sulla lingua le conclusioni dei consulenti della Procura. Cucchi non mori perché il caso a volte si accanisce ma “per una serie incontestabile dì eventi”.

30 gennaio 2012

Appello: Libertà per il movimento No Tav!

All’alba del 26 gennaio, su ordine della Procura della Repubblica di Torino, è scattata in molte città italiane una retata contro il movimento No Tav: una quarantina di persone sono state colpite da provvedimenti cautelari e sono attualmente in carcere o agli arresti domiciliari. Come già successo più volte nel recente passato, si fa ricorso a misure preventive e liberticide.

Bologna: cariche contro il corteo di contestazione a Napolitano

Una Bologna  già da ieri sera è blindatissima, con un dispiegamento di forze dell’ordine  forse il più imponente visto in città da molto tempo, accoglie il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in visita alla citta felsinea per ritirare la Laurea ad Honoris Causa.

Bologna: Inizia il processo ai compagni del sito "Caccia allo Sbirro"

Il 31 gennaio inizia il processo a carico di  tre membri del P.CARC, del SLL e un altro compagno accusati di “violazione della legge sulla privacy, istigazione a delinquere e diffamazione” perché, secondo il PM Morena Plazzi, avrebbero collaborato con il sito
 “Caccia allo sbirro”  ( http://cacciaallosbirro.awardspace.info/ )

29 gennaio 2012

No Tav: Gli arresti non tornano

L'emissione, nei giorni scorsi, della misura cautelare nei confronti di alcune decine di esponenti No Tav per fatti avvenuti sette mesi fa non è una forzatura soggettiva (e, anche per questo, sono sbagliate le polemiche e gli attacchi personali). È qualcosa di assai più grave: una tappa della trasformazione dell'intervento giudiziario da mezzo di accertamento e di perseguimento di responsabilità individuali (per definizione diversificate) a strumento per garantire l'ordine pubblico.

La forza e la paura!

Il rancore, si sa, è una passione triste. C’è chi ci costruisce sopra una carriera da magistrato, chi una carriera da politico: negli ultimi quarant’anni in Italia le due cose hanno iniziato ad andare insieme e a confondersi. Lasciare la bandiera della lotta alla magistratura a Berlusconi è uno dei crimini dell’anti-berlusconismo.

No Tav: Guido Fissore torna in libertà

Si chiama giustizia e funziona che ti arrestano all’alba, ti perquisiscono la casa, ti portano in galera, ti fanno il ritratto sui giornali, sei pericolossimo e poi…dopo un giorno ti danno gli arresti domiciliari.

Firenze: muore in cella di sicurezza della Questura. Versione ufficiale: suicidio



camera di sicurezza di Questura
 
La vittima, ventisette anni, originario del Marocco, era stato fermato poco prima per resistenza e lesioni

28 gennaio 2012

Torino: Diecimila no Tav in piazza sotto la neve contro la repressione

La Val di Susa non si arrende. Diecimila no Tav in piazza a Torino sotto la neve contro la repressione ad alta velocità. Un corteo comunicativo che smonta il terrorismo giudiziario e mediatico. Proteste da Napoli a Milano, da Chivasso a Padova e Mestre

“Stefano Cucchi fu picchiato a morte”

I medici legali della famiglia del ragazzo scomparso il 22 ottobre 2009 depongono a processo. Se “non fosse stato percorso, non sarebbe morto”. La sorella Ilaria: “Alla Corte è arrivata la verità”. Ma la procura di Roma continua a negare

G8 Genova, Comitato Verità e Giustizia a Napolitano: “Grave inadempienza dello Stato”

Sono passati 11 anni abbondanti dai tragici fatti del G8 e Genova non dimentica, tanto che Enrica Bartesaghi, presidente Comitato Verità e Giustizia, ha scritto al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

27 gennaio 2012

Latina: Verbale di arresto falso, condannati due carabinieri

Condannati questa mattina due dei tre carabinieri indagati, a vario titolo, per falsità in atto pubblico e calunnia, dopo la denuncia presentata dalla famiglia di un giovane di Lenola, accusati di aver falsificato un verbale di arresto di un minorenne.

Milano: cariche della polizia al presidio dei lavoratori

Oggi è giorno di sciopero del trasporto pubblico a Milano. Per la mobilitazione indetta dai sindacati autonomi, c'è stato questa mattina un presidio di circa 200 lavoratori davanti all'atrio della stazione Centrale.

Le reazioni politiche agli arresti dei No Tav

Per il deputato piemontese del Pd  Esposito «L'eccellente operazione compiuta dalle forze dell'ordine ha fatto cadere il castello di menzogne e ipocrisie attraverso le quali i No Tav hanno voluto accreditarsi agli occhi dell'opinione pubblica come un movimento di non violenti in lotta per la salvaguardia dell'ambiente incontaminato della loro Valle contro le mire conquistatrici del capitale globale. Il pedigree degli arrestati è molto preciso: tutti bravi ragazzi con il vizietto di praticare il 'tiro al poliziotto'».

Tav, Tir, forconi. Il governo di unità nazionale di fronte al problema dell’uso della forza

Il procuratore capo Giancarlo Caselli ha provato a rappresentare l’operazione di polizia ai danni del movimento no-tav come una sorta di provvedimento neutro che non criminalizza la protesta. Al netto del gergo da magistrato, e della cura che storicamente Caselli adopera nell’uso di un linguaggio orecchiabile verso l’opinione pubblica di centrosinistra, ci sono dei segnali da cogliere in questo genere di operazione di marketing.

26 gennaio 2012

Roma: Manganellate contro i movimenti del diritto all'abitare

Nella giornata in cui dobbiamo registrare gli arresti e le denunce agli attivisti No Tav e dopo le cariche ai pescatori ieri in piazza Montecitorio questa mattina al Campidoglio cariche e manganellate contro i movimenti per il diritto all'abitare

Arresti e denunce contro il movimento NoTav

Il governo Monti lancia la sfida ai movimenti e alle lotte sociali. Questa mattina all'alba puntualmente è scatta un'operazione di polizia contro il movimento notav. Si parla di venticinque ordinanze di custodia cautelare in carcere, quindici obblighi di dimora, un provvedimento di arresti domiciliari e un divieto di dimora in provincia di Torino e 11 denunce. Le altre città interessate dalla maxi operazione di repressione sono  Asti, Milano, Trento, Palermo, Roma, Padova Genova, Pistoia, Cremona, Macerata, Biella, Bergamo, Parma, Modena e in Francia.

25 gennaio 2012

Omicidio Bianzino: lo Stato si oppone ad una nuova perizia

Se tuo padre muore dopo due giorni passati sotto la tutela dello stato, come minimo vuoi sapere le cause della sua morte, prima ancora che vengano accertati i diversi gradi di responsabilità. Rudra, Elia e Aruna sono i figli di Aldo Bianzino, falegname umbro morto in circostanze ancora da chiarire il 14 ottobre 2007 dopo due giorni di detenzione nel carcere di Perugia.

Roma: cariche della polizia davanti Montecitorio contro i pescatori in lotta

I pescatori  arrivati a Roma da tutta Italia di prima mattina, molti di loro con addosso giubbotti arancioni di salvataggio. «La Comunità Europea ci affonda», «Vi state mangiando anche le nostre barche», «Le regole del Nord Europa non valgono per il Mediterraneo», sono stati caricati dalle forze dell’ordine davanti Montecitorio.Negli scontri sarebbero finora almeno 5 le persone rimaste ferite durante le cariche: 2 pescatori sono stati ricoverati all'ospedale San Giovanni e al Santo Spirito.

Violenze nel carcere minorile di Lecce, condannato ispettore della polizia penitenziaria


L'ex capo delle guardie penitenziarie del carcere minorile di Lecce, Gianfranco Verri, è stato condannato a un anno di reclusione nel processo per le presunte violenze avvenute nell'istituto di pena di Monteroni ai danni del personale operante all'interno della struttura. La sentenza è stata emessa dal giudice monocratico della seconda sezione del Tribunale di Lecce Fabrizio Malagnino.

Il Governo Monti e l’industrializzazione delle carceri

"La prigione è una fabbrica che trasforma gli uomini in animali". Edward Bunker

Qualche mese fa, in un discorso davanti agli indignados americani, Roberto Saviano esordì dicendo che loro si dovevano preoccupare del nostro Paese perché un giorno potrebbe diventare lo specchio della loro società.

Milano: contestazione alla presentazione di ACAB

Presentazione del film ACAB alla Libreria Feltrinelli di corso Buenos Aires. Alle 18.30 è puntualmente iniziata la contestazione. Un primo striscione recitava “se il mondo vi odia ci sarà un perchè”, un altro invece molto direttamente spiegava “Acab la vita reale non è un film”.

Modena: 4 arresti e 10 obblighi di firma per i compagni del Guernica

Martedi 24 gennaio con l'ennesima mossa repressiva, la forza pubblica di Modena ha nuovamente colpito il Guernica e il suo progetto sociale.
4 compagni agli arresti domiciliari e 10 compagni con l'obbligo di firma, tra cui due compagni di Rifondazione Comunista.

24 gennaio 2012

Torino: chieste 29 condanne per gli scontri al G8 universitario

Coprirsi il volto durante una manifestazione, vietato per legge, lederebbe anche il diritto a manifestare liberamente il proprio pensiero di chi partecipa al corteo senza travisarsi. È la tesi sostenuta in aula dal pubblico ministero di Torino, Roberto Sparagna, davanti al giudice Alessandra Pfiffner nel chiedere condanne a un anno di reclusione per 29 delle oltre 30 persone a giudizio (per alcuni è stata chiesta l’assoluzione) per essersi travisati durante la manifestazione del G8 dell’Università che si svolse il 19 maggio 2009 a Torino.

Teramo: Continua la persecuzione della Procura contro gli antifascisti

Lunedì mattina una quarantina di carabinieri sono stati mobilitati dalla Procura per effettuare 11 perquisizioni nelle case di ragazzi, alcuni membri di Azione Antifascista Teramo, alla disperata ricerca di un pericolosissimo striscione che dicono di aver visto esposto in città per qualche minuto intorno all'inizio di settembre.

Massimo Moro, torna il libertà e accusa la polizia

«Sono una vittima, la polizia mi ha provocato, io mi sono solo difeso e quando ho tentato di scappare dall’ufficio perché temevo di essere picchiato, mi hanno fatto cadere con uno sgambetto. Da quel momento non ricordo più nulla». Lo ha detto appena uscito dal coma, venerdì scorso, Massimo Moro, l’idraulico genovese di 38 anni, residente a Begato, tifoso genoano, arrestato giovedì scorso allo stadio San Siro di Milano dalla polizia e finito in coma durante l’arresto.

15 ottobre: Solidarietà a chi è privato della libertà: presidio a Regina Coeli

A tre mesi di distanza dalla giornata del 15 Ottobre, c’è ancora chi continua a scontare la repressione degli apparati giudiziari dello Stato.
6 ragazzi, di cui 5 minorenni, sono denunciati a piede libero, in 9 si trovano agli arresti domiciliari, due ragazze hanno gli obblighi di firma, mentre Giovanni, condannato a 3 anni e 4 mesi, resta ancora rinchiuso in carcere.

23 gennaio 2012

No alla privatizzazione delle carceri voluta dal governo Monti

Vecchia e brutta storia quella della privatizzazione delle carceri. Nata negli anni del reaganismo ha trovato terreno fertile in Inghilterra. In Italia dal 1999 in poi ci sono stati molti tentativi di togliere il monopolio pubblico della esecuzione della pena.

Processo Bianzino: richiesta una nuova perizia

Si torna in aula per il processo in cui è imputato Gianluca Cantoro, la guardia penitenziaria del carcere di Perugia accusata di omissione di soccorso nei confronti di Aldo Bianzino, il falegname 43enne che morì in una cella del penitenziario perugino il 14 ottobre del 2007. Per domani sono previsti gli ultimi due testimoni e l’esame dell’imputato stesso che si è sempre dichiarato innocente.

Giustizia: il "Travaglio" populista

Populismi di destra e populismi di sinistra hanno rimesso in piedi il fronte securitario in opposizione al timido decreto legge voluto dal Governo per attenuare la pressione drammatica del sovraffollamento sulle carceri italiane.

22 gennaio 2012

Genova: Denunciati gli operai di Fincantieri per il blocco all'aeroporto


Bruno Manganaro, uno degli operai denunciati

La digos genovese sta procedendo alla individuazione delle 200 "tute blu che il 4 gennaio bloccarono l’aeroporto genovese contro la chiusura di Fincantieri. Oggi sono state recapitate le prime denunce a tre sindacalisti della Fiom-Cgil denunciati alla Procura della Repubblica per interruzione di pubblico servizio.

Velletri (Rm): detenuto morto dopo pestaggio, a processo 4 poliziotti

Quattro poliziotti del commissariato di Anzio Nettuno compariranno davanti alla Corte d’ Assise di Frosinone nella prima udienza del processo per la morte di Stefano Brunetti, detenuto del carcere di Velletri morto il 9 settembre 2008 in ospedale dopo aver raccontato ai medici di essere stato picchiato dopo l’arresto.

Anziano non si fida delle banche.... Rinchiuso in psichiatria

Un 84enne residente in provincia di Udine girava da giorni con 280mila euro in contanti in auto: è stato fermato per un controllo del traffico dai carabinieri di Monselice la notte scorsa.

Migliorano le condizioni del tifoso del Genoa. Gli amici: "Trattati come terroristi"

Massimo Moro, il tifoso picchiato dalla polizia prima della gara di coppa Italia Inter- Genoa, si è svegliato dal coma e ha raccontato la sua versione dei fatti .

Chieti: Aggressione fascista

Ieri sera nel centro storico della città, dopo mesi di intimidazioni, un gruppo infame di fascisti teatini ha aggredito brutalmente un compagno dell'Assemblea Permanente di Chieti per le sue manifeste convinzioni democratiche e antifasciste.

Decreto Liberalizzazioni: il governo privatizza le carceri

Nel decreto "liberalizzazioni" il governo Monti, all'articolo 44, ha previsto persino la privatizzazione del sistema penitenziario.
Il provvedimento si chiama Project financing per la realizzazione di infrastrutture carcerarie, ed in sintesi realizza un sogno da tempo coltivato: quello di affidare le carceri ai privati.

21 gennaio 2012

Tifoso del Genoa picchiato a San Siro, non convince la tesi della Questura di Milano

La versione della questura di Milano sul pestaggio al tifoso del Genoa, Massimo Moro, avvenuta nei pressi della stadio di San Siro, giovedì 19 gennaio pochi attimi prima della gara di Coppa Italia Inter-Genoa convince poco. Molti sono i dubbi emersi, in queste ore.

G8 Genova:La Cassazione conferma la condanna a 4 poliziotti

I mass media, durante il G8 di Genova, non hanno condizionato i giudici che sono stati liberi di prendere le loro decisioni. Lo ha sottolineato la quinta sezione penale della Cassazione nel convalidare quattro condanne ad altrettanti poliziotti per il reato di falsità ideologica in atti pubblici durante il G8 di Genova nel luglio 2001.

20 gennaio 2012

Milano: tifoso del Genoa picchiato dalla polizia, ricoverato in rianimazione. E' grave

Un tifoso del Genoa si trova ricoverato al Policlinico di Milano in rianimazione dopo uno scontro con un agente di Polizia. La colluttazione è avvenuta, prima dell’inizio della gara di coppa Italia tra Inter e Genoa.

Pisa: Polizia spara e uccide giovane nordafricano

E' finito in tragedia, martedi 17 gennaio, l'inseguimento sulla A12 di un'automobile che non si era fermata ad un posto di blocco; un agente ha aperto il fuoco uccidendo un giovane nordafricano. A Pisa un corteo per chiedere verità e giustizia

Caso Gugliotta, procura chiede processo per nove poliziotti accusati di lesioni

La Procura di Roma ha chiesto il rinvio a giudizio per 9 agenti di polizia coinvolti nel pestaggio di Stefano Gugliotta, il giovane di 26 anni arrestato il 5 maggio del 2010 durante gli incidenti avvenuti al termine della finale di Coppa Italia Roma-Inter. Sono tutti accusati dal pm Francesco Polino di lesioni aggravate. L'udienza davanti al gup Valerio Savio è fissata per il prossimo 7 marzo.

Firenze: detenuto di 29 anni si impicca nel carcere di "Solliccianino"

Suicida giovane detenuto lucchese di 29 anni, impiccandosi con le tende della finestra. Doveva uscire a giugno 2014, in carcere per reati di rapina e spaccio di stupefacenti.

Al processo Cucchi testimoniano familiari e amici; prima dell’arresto stava bene

Dopo l’udienza di venerdì scorso, durante la quale il Pm aveva negato l’audizione dei consulenti tecnici di parte civile, oggi si è tornato in aula per il processo sulla morte di Stefano Cucchi, il 31enne fermato per droga il 15 ottobre 2009 e deceduto una settimana dopo all’ospedale Sandro Pertini di Roma.

19 gennaio 2012

Giustizia per Addelhafid Es-Saady "morto suicida"

“Giustizia per il giovane originario del Marocco morto suicida nella camera di sicurezza della caserma dei carabinieri dopo essere stato arrestato perché stava disturbando un rito funebre”.

18 gennaio 2012

Abdou Lahat Diop è un uomo libero.

Da oggi Abdou Lahat Diop può sentirsi nuovamente un uomo libero. Il giudice del tribunale di Oristano ha pronunciato una sentenza di assoluzione perché al momento del fatto Abdou non risultava in grado di intendere e di volere. Ora Abdou Lahat è un cittadino libero a tutti gli effetti. Nei prossimi giorni tutte le organizzazioni aderenti al comitato metteranno in campo iniziative di raccolta fondi per sostenere le spese legali e organizzative.

Napoli: Dai movimenti sociali uno stop alla repressione

Una partecipata ed interessante assemblea – indetta a Napoli dal Coordinamento di Lotta per il Lavoro – si è svolta oggi alla Sala Gemito con all’ordine del giorno una riflessione circa l’aggravarsi della repressione contro i Precari BROS e le varie vertenze sociali che attraversano l’area metropolitana.

Bandiera nazista a Revine Lago (Treviso)

Issata su un pennone, una bandiera con la svastica, tra lo stupore (e l'indignazione) dei residenti. Accade a Revine Lago (Treviso), dove, da questa mattina, sventola il vessillo del nazismo. Secondo quanto riferisce il giornale on-line "Oggi Treviso", la bandiera è stata collocata sul tetto di una casa privata, in via Marconi, la strada principale del piccolo comune veneto.

17 gennaio 2012

Palermo: detenuto di 43 anni muore in una cella dell’Ucciardone, decisa l’autopsia

La Procura indaga sulla morte di un detenuto del carcere Ucciardone. Si tratta di un marocchino di 43 anni, in cella per droga, che venerdì sera si è sentito male dopo cena.

Ultrà: Accendere un fumogeno (senza lanciarlo) non è più reato

Tifosi, gioite. Da oggi accendere un fumogeno allo stadio (senza lanciarlo in modo pericoloso, ovviamente) non è più un reato. Questo almeno secondo la decisione del gip di Firenze, che nei giorni scorsi ha ‘assolto’ un ultrà del Bologna accusato di «possesso di un fumogeno», punito dalla legge 401 del 1989, cioè la normativa di riferimento per la sicurezza delle manifestazioni sportive.

Notizie Correlate