14 novembre 2012

Testimonianze: Vogliono resuscitare i tempi infami di Kossiga?

14 novembre 2012, Roma, i giovani delle scuole medie superiori e delle Università bruciano di rabbia contro il governo Monti, che, erede di Berlusconi, conosce solo i tagli dell’istruzione e della ricerca e prova ad accrescere sempre più i fondi al Vaticano: altro che illuminati piuttosto si tratta di “oscurati” cioè di cricche e congreghe reazionarie ultracristiane!

Nella serata precedente il Sindaco col Fez Gianni Alemanno aveva cominciato a strologare contro i cortei degli studenti del giorno successivo che avrebbero causato danni al traffico e alla città. Strano personaggio questo sindaco di Roma: da giovanotto si dilettava a far parte delle squadracce che in vespa tiravano di notte ordigni incendiari contro sedi diplomatiche estere, e poi, da uomo maturo, finge una immagine impettita di Legge e Ordine (d’altronde anche Mussolini da giovane bullo verbaiolo dava come spregio l’ostia consacrata agli asini, salvo poi da duce diventare l’uomo della Provvidenza delle gerarchie vaticane..)!

Nella mattinata avviene un fatto anomalo ben sintetizzato da Claudio Ortale del PRC romano.”Cento neofascisti stamattina a piazza del Popolo organizzano la pantomima di un assalto alla Camera. I camerati sanno che non hanno possibilità alcuna e vengono caricati, con garbo, dalla polizia, che anzi rimedia qualche contuso. Il pretesto per rispolverare la teoria degli opposti estremismi, grazie ai soliti servi dei servi sempre utili al Potere.”

Durante i cortei degli studenti del Movimento (caratterizzato da una variopinta ed allegra presenza di numerosi minorenni) che si snodano per tutta Roma non avviene nessun fatto di rilievo di ordine pubblico. Gli studenti comunque sono risoluti a non accettare l’idea di stare lontano e fuori dai luoghi del Palazzo del Centro, dove tra l’altro si teneva da ieri il sodalizio internazionale degli “oscurati” del club di Billdberg, di cui fanno parte molti esponenti governativi italiana: quei torbidi Signori che decidono sopra i Parlamenti come massacrare “i sudditi” del mondo.

Comunque gli studenti stavano impazzando troppo per la città perbenista del binomio montiano e alemanniano e continuavano ad esser numerosi: si parla di svariate decine di migliaia di persone. Bisognava pertanto fermarli nel timore di un avvicinamento eccessivo al Palazzo. In effetti intorno alle 14.30 avvengono tra Ponte Garibaldi e Ponte Sisto le prime cariche micidiali di Polizia e Carabinieri. Non c’è nessun garbo: anzi, il principio di proporzionalità, cardine dell’illuminismo giuridico viene sepolto.

Il ricordo va a Genova del luglio 2001 e a Roma addirittura ai tempi di Kossiga, ministro degli interni, e delle sue squadre speciali.

Si vedono cariche messicane, cariche coi blindati per strada e sui marciapiedi, minorenni pestati con bocche impastate di sangue, minorenni manganellati in terra da fermo e inermi, senza pietà.

Queste foto girano ora sul web italiano e mondiale e testimoniano una totale disumanità di forze dell’ordine lasciate ad istinti bestiali.

Poco dopo altre cariche a Trastevere e nelle zone limitrofe, per arrivare all’apoteosi del delirio kossighiano delle squadrette speciali che nelle viuzze fermano, intimoriscono e identificano decine di ragazzi e ragazze assolutamente non più organizzati in corteo rei dell’unica colpa di esistere.

Il PD forse dirà che qualche poliziotto avrà esagerato, ma, tutto sommato, questi ragazzi se la sono proprio voluta ..nel contestare l’assetto governativo montiano: o no? O forse il PD non dirà nulla preso come è nel proprio bozzolo allergico, chiuso al principio di realtà, costituito dallo psicodramma spettacolare delle pseudo Primarie?

Quanti saranno gli studenti denunciati per manifestazione non autorizzata oggi a Roma? Quanti per resistenza a pubblico ufficiale, reato tipico dei paesi fascisti e autoritari e da pochi anni reinserito nel Codice Penale? Chi ricorderà che abbiamo i vertici della Polizia più indagati d’Europa, a tal punto che il vertice di una settimana fa a Roma dell’Interpol è stato una farsa? Sono mesi che si succedono inchieste, sentenze definitive e avvisi di garanzia al vertice della Polizia, cosa che ha portato a una girandola di dimissioni. Ma nessuno dice niente…

I poteri forti di Bildberg, ben rappresentati in scena dal Governo Monti, vogliono punizioni esemplari per chi contesta e vuole cambiare lo stato delle cose esistenti. I giovani devono essere obbedienti e ossequiosi in una scuola dove si devono sentire solo ospiti e non protagonisti. Al più si possono devastare di alcol, di bamba e di pillole.

Soprattutto devono però obbedire e non devono apprendere in alcun modo un sapere critico quanto piuttosto un merdaio di nozioni finalizzate solo ad essere utili idioti nel nuovo assetto neocapitalistico tra pauperismo osceno e incubi da Grande Fratello, che forse introdurranno il ritorno vero e proprio del fascismo!

Ma c’è chi continuerà a opporsi, sempre…

Gioele Dax

Nessun commento:

Notizie Correlate