31 agosto 2012

Nessuno spazio ai Fascisti. Presidio a Brescia

L'organizzazione nazi-fascista “Casa Pound Italia” dopo essere stata scacciata dalla città di Brescia ha allestito la propria sede a San Vigilio di Concesio nella centralissima piazza della chiesa con tanto di addobbi e scritte di littoria memoria.
I fascisti del terzo millennio escono allo scoperto proprio all'indomani della sentenza del processo per la strage di Piazza della Loggia che ha accertato ancora una volta dirette responsabilità da parte di organizzazioni fasciste nell'esecuzione dell'eccidio.

La dodicesima disposizione transitoria e finale della Costituzione recita che è vietata la riorganizzazione sotto qualsiasi forma del disciolto partito fascista, ma evidentemente gli apparati statali preposti a far rispettare tale principio sono latitanti e partecipi di quel disegno che negli anni '70 era la strategia della tensione mentre oggi è strategia della normalizzazione attraverso la repressione delle lotte sociali.

I fascisti sempre sono stati e sempre saranno manovalanza al servizio del potere borghese.

Casa Pound Italia si è resa protagonista di una infinità di episodi violenti, razzisti, aggressioni e atti vandalici. Lungo è l'elenco di militanti condannati per episodi specifici a partire dal responsabile nazionale Gianluca Iannone condannato a 4 anni per aver assalito un corteo del 25 aprile nel 2004. Ma gli stessi sono i responsabili delle aggressioni a cortei studenteschi nel 2008 ed alla trasmissione di RAI3 “Chi l'ha visto” rea di aver documentato tali violenze. Gli stessi fascisti anche a Brescia si sono resi responsabili di inauditi pestaggi nei confronti di antifascisti come in Piazza Arnaldo nel febbraio del 2010 o a Ghedi lo scorso febbraio. A dicembre del 2011 un militante di Casa Pound a Firenze ha sparato contro un gruppo di senegalesi uccidendone due.

Casa Pound Italia fa riferimento ideologico al sedicente poeta Ezra Pound: americano di origine si trasferì in Italia per aderire al fascismo prima ed alla Repubblica di Salò poi. La sua attività la esercitò sopratutto dai microfoni milanesi della EIAR, radio di regime, ove arringava sproloqui antisemiti e razzisti.

La sede di San Vigilio è considerata “avamposto non conforme” e titolata “scudo e spada d'Italia”, per noi è avamposto della fogna e va chiusa immediatamente!

ORA E SEMPRE RESISTENZA


Sabato 1 settembre 2012 – ore 15.00

PRESIDIO ANTIFASCISTA

San Vigilio di Concesio – P.zza Garibaldi

Rete Antifascista Bresciana

Nessun commento:

Notizie Correlate