27 luglio 2012

Parma, il sindaco grillino esordisce coi divieti

L'ossessione securitaria di Pizzarotti: a Parma sarà vietata la vendita di alcol e bibite dalla sera alle 21. Per colpire i luoghi dell'aggregazione giovanile.

Divieti. E poi ancora divieti. Contro i giovani, contro quelle piazze di ragazzi e ragazze che d'estate si incontrano al centro. Anche per bere una birra insieme. Divieti, come fa e sogna di fare la Lega. Tutto come sempre, insomma, solo che stavolta i divieti sono targati "5 Stelle". La notizia è di quelle destinate a fare clamore: uno dei primi atti del nuovo sindaco di Parma - il grillino Federico Pizzarotti - è un'ordinanza - addirittura "urgente" - che proibisce la vendita di alcolici e di bevande dalle 21 alle 7 della mattina dopo in tutto il centro della città.

Di più: per essere ancora di più in sintonia con la cultura leghista, il sindaco spiega che il divieto si estenderà alle "zone calde" della città: via Garibaldi, piazza Ghiaia, piazzale della Pace, via D'Azeglio e dintorni. Esattamente i luoghi degli incontri giovanili, durante l'estate. L'obiettivo? Anche qui, parole già sentite: secondo Pizzarotti la misura s'è resa necessaria "per migliorare la sicurezza ".

E in quest'ossessione securitaria, i grillini non sono da meno degli altri. Hanno fretta. Il 25 luglio, l'assessore Casa ha spiegato che la polizia municipale offrirà una prima informazione agli esercenti e ai cittadini. Il giorno dopo l'ordinanza entrerà in vigore: le multe varieranno da 100 a 500 euro.

fonte: Globalist

19 commenti:

Anonimo ha detto...

La prima prova sul campo del m5s è stata un fallimento. Poco da dire.
Si stanno dimostrando inetti, populisti, totalmente inadatti a governare.

Anonimo ha detto...

in questo articolo avete dimenticato un passaggio importante: dice l'assessore responsabile "Questa azione che è stata condivisa con i residenti, i gruppi di cittadini che frequentano le zone interessate, le associazioni di categoria, gli esercenti ed alcuni movimenti." la differenza c'è sempre.
Poi se anche voi vi dovete accodare al resto degli squallidi che devono infangare il lavoro dei tant onesti militani del M5S fate pure, siete merda come il resto

Anonimo ha detto...

L'alcool fa male alla salute, come il tabacco.

Pizzarotti ha a cuore anche la salute dei giovani.

Io la vedo in questo modo.

Anonimo ha detto...

Non sono concorde con i divieti perché generano più caos che regole e a volte è impossibile proteggere le persone da se stesse.
Tuttavia non mi sento di mandare al rogo tutto il movimento o l'amministrazione per un singolo provvedimento.
Si vedranno i risultati e sopratutto la capacità di ritornare sui propri passi.
Per mio conto, in politica ho sempre apprezzato (e mai riscontrato sin ora) la capacità di ammettere un errore e riparare.
Ovviamente a loro il non reiterare la colpa.

Angelo ha detto...

Non voglio difendere il M5S a priori e non lo farò nemmeno in futuro. Ma alla prossima notizia di aggressione in centro o di rissa tra ubriachi c'è chi si sarebbe lamentato che il sindaco doveva intervenire facendo qualcosa... L'alcool andrebbe vietato sempre e comunque perché si sa che insieme ad alcuni tipi di droghe è uno dei fattori che altera le menti e predispone a diventare aggressivi. Bisogna aumentare anche i controlli di polizia. Così finalmente la sera si potrà uscire tranquilli senza temere il solito gruppetto di idioti pronti a far rissa. E' un peccato che per colpa di pochi idioti venga penalizzato anche chi esce a farsi un birretta, ma come si potrebbe fare? Non puoi nemmeno mettere un poliziotto ogni venti metri.

Anonimo ha detto...

cretini, hanno vietato il vetro, non l'alcool.

Anonimo ha detto...

Due osservazioni:
1) NON è affatto vero che l'ordinanza a Parma vieta la vendita di alcol e bibite, come scritto in quest'articolo. Invito tutti a leggere meglio. http://www.comune.parma.it/notizie/news/SICUREZZA+E+QUALIT%c3%80+URBANA/2012-07-24/Emessa-unordinanza-temporanea-in-materia-di-vendita-di-bevande-alcoliche.aspx
2) Anche altre città hanno emesso la stessa ordinanza e prima di Parma ... e non sono nè M5S nè leghisti, ad esempio Reggio Emilia. http://www.comune.reggio-emilia.it/AlboPretorio/albo%20pretorio.nsf/565376918ca22b52c1257838004dd59d/79fd440d345bd2d4c12579700035a68d/$FILE/ordinanzaviasecchisenzachiusura.pdf
L'ordinanza non è per imporre divieti, ma contro il degrado delle città. Basterebbe un po' di Rispetto, ma evidentemente qualcuno non conosce questa parola ed allora per forza di cose si deve arrivare a queste ordinanze.

Michele ha detto...

Questo post è fuorviante. Il divieto è solo per le bevande IN VETRO, per evitare episodi di risse e feriti avvenuti in centro negli ultimi anni. Le bevande non in vetro POSSONO essere consumate. Io sto a Reggio Emilia, l'ordinanza è ancora più restrittiva perchè è su tutte le 24 ore e ci sono altri divieti per la vendita da parte degli esercizi alimentari (per dare addosso ai minimarket)..che a Parma non ci sono. Odio il proibizionismo ma bisogna venirsi incontro per vivere civilmente in una città che è di tutti (io che voglio essere libero,ma anche il vecchiettino pauroso che si lamenta continuamente). Amministrare è difficile perchè bisogna mediare tra i cittadini che hanno pretese opposte! Forse travasare in un bicchiere di plastica non è un così grande sforzo..

Giovanni ha detto...

Vogliamo scommettere che i casi di rissa,schiamazzi ed aggreesioni caleranno drasticamente?E poi,proprio non vi capisco:ma e'proprio necessario riempirsi di alcolici per divertirsi?E se la "birretta" (ricordo che la birra e'la bevanda alcolica che ha meno alcol di tutte!)te la fai prima delle 21:00?E'vietato?E se alle 21:00 con gli amici ti fai un bel chinotto o una gazzosa o una aranciata,od una limonata od un frullato o un frappe',che succede?La serata e'andata fallita?SIETE TRISTI,MOLTO TRISTI E VUOTI

Anonimo ha detto...

Vai Pizza si torna al probizionismo incetta nei supermercati e poi tutti nelle case private a devastarsi come fanno nei paesi nordici...E ci voleva un comico per arrivare a questo mamma mia,poveri cittadini.

El Raton

Anonimo ha detto...

ma si magari lo facessero dappertutto..Basta con questi fancazzisti che fanno casino fino a notte tarda e chi lavora e si deve svegliare alle sei per prendere 800 euro non può dormire perchè i signorini figli di papà devono farsi la birretta..A letto presto e sui libri alle 8 marsh!!!

Mario ha detto...

PESSIMO articolo (vergogna a chi l'ha scritto), è bastato ignorare le due semplici parole "da asporto" per dare un aria di proibizionismo all'intero provvedimento.
Leggete il comunicato ufficiale qui: http://www.comune.parma.it/notizie/news/SICUREZZA+E+QUALIT%C3%80+URBANA/2012-07-24/Emessa-unordinanza-temporanea-in-materia-di-vendita-di-bevande-alcoliche.aspx

Il senso dell'ordinanza è: ripulire la città COSTA, specialmente quando si tratta delle bottiglie di vetro (chi ha mai provato a spazzare via i cocci da un pavimento irregolare sa di cosa parlo), senza contare che le suddette bottiglie possono anche diventare pericolose.

In molti paesi civilizzati (ad es. l'Olanda o la Gran Bretagna) questo divieto è in atto da molti anni.

Anonimo ha detto...

TITOLO (e successivo articolo) DEGNO DEI MIGLIORI BELPIETRO / SALLUSTI / FELTRI, complimenti... la stessa ordinanza (che NON VIETA LA VENDITA DI ALCOLICI leggetela bene prima di sparare cazzate a vanvera) è in vigore a Torino da anni nella zona piazza vittorio / murazzi CON OTTIMI RISULTATI meno sporcizia e soprattutto meno LACEROCONTUSI NEI PRONTO SOCCORSO, ricordo bene prima di quest'ordinanza che parecchi (purtroppo devo dire per la maggior parte) extracomunitari concludevano le loro serate con RISSE A BASE DI BOTTIGLIATE IN TESTA... Vi auguro di capitarci in mezzo, forse cambierete idea...

Osservatorio Repressione ha detto...

Ringraziamo tutti per i commenti, da cui prendiamo atto dei chiarimenti sull'ordinanaza. Vogliamo solo sottolineare che l'articolo e il titolo in questione, cosi come è evidenziato sono tratti dal giornale online Globalist (http://www.globalist.it/Detail_News_Display?ID=31092&typeb=0&Loid=104&Parma-il-sindaco-grillino-esordisce-coi-divieti-), giornale di cui spesso attingiamo notizie in merito al nostro lavoro. Le ingiurie le rimandiamo al mittente!!

Anonimo ha detto...

Vietare la vendita "FUORI DAI LOCALI". Piccolo particolare...
Così, se ai Parmensi venisse in mente di imitare i Milanesi e fare a bottigliate tutta la notte, non potranno più. Che peccato.

Un ex-Milanese

Anonimo ha detto...

copio e incollo quanto postato da altri lettori del blog.
Forse sarebbe meglio informarsi prima di pubblicare un articolo.
comunque ritengo l'esitenza di questo blog fondamentale in un paese dove la libertà collettiva ed individuale sta progressivamente scemando.


http://www.comune.parma.it/notizie/news/SICUREZZA+E+QUALIT%C3%80+URBANA/2012-07-24/Emessa-unordinanza-temporanea-in-materia-di-vendita-di-bevande-alcoliche.aspx

Anonimo ha detto...

Tutti i militanti del movimento 5 stelle sono onesti... chi li critica sono merda, poco informati, ecc... Complimenti al movimento 5 stelle e al suo padrone Grillo...

ivan ha detto...

A leggere i commenti gli ultrà del Mv5 sono peggio degli adepti di scientology, si comportano da cyberfascisti che appena tocchi il loro leader supremo o avanzi critiche ad un loro simile (in perfetto stile massone) ti ingiuriano e ti calunniano in massa

Anonimo ha detto...

Mah! Non sono grillino ma questo articolo mi pare una "cagata pazzesca" per dirla alla Fantozzi! Pura porpaganda contro il M5S che in questo caso non ha fatto niente di male. In molti paesi "faro" della democrazia e del buo stato sociale ci sono leggi (nazionali) simili da anni e anni. Chi ha scritto questo articolo non puù certo definirsi obbiettivo ne tantomeno giornalista. Pura infamia. Fatta anche male oltretutto!

Notizie Correlate