26 maggio 2012

Roma: nuova aggressione fascista ad uno studente del liceo Tasso

Nel primo pomeriggio di oggi, M.G. un ragazzo quindicenne del Tasso, è rimasto vittima dell’ennesima aggressione fascista nell’ambiente scolastico romano (soprattutto del II e III Municipio). Al termine di una partita di calcio, un giocatore ha ripetutamente inneggiato al duce e allo squadrismo, provocando la reazione indignata dei suoi avversari, tra cui lo stesso M.G.

L’aggressore fascista, a quel punto, si è avvicinato e ha messo le mani al collo di M.G., cercando di colpirlo e spingendolo al muro. Una volta bloccato per la gola, il teppista lo ha spintonato e minacciato di percosse e di morte. Non contento, il losco figuro ha tentato di costringere il ragazzo a dire “Il fascio vive. Viva il duce”, cosa di cui M.G. si è orgogliosamente e coraggiosamente rifiutato. A salvare il ragazzo è stato l’intervento pronto dei suoi compagni di squadra. I genitori del ragazzo avrebbero sporto denuncia.

Il collettivo del Tasso è costretto per l’ennesima volta a denunciare questo disgustoso e terribile episodio di violenza fascista che ci riporta alla memoria l’infamia dello squadrismo. Seguendo l’esempio di questo ragazzo e di tutti gli altri ragazzi aggrediti ultimamente, ribadiamo il nostro antifascismo e invitiamo tutti i democratici romani all’assemblea pubblica antifascista del 4 giugno sotto la nostra scuola.

¡NO PASARAN!

COLLETTIVO LICEO TASSO



Nessun commento:

Notizie Correlate