2 febbraio 2012

Processo Cucchi; procura chiede conferma condanna per funzionario amministrazione penitenziaria

La conferma della condanna per falso e favoreggiamento e l’assoluzione per l’imputazione di abuso di ufficio è stata chiesta oggi in Corte d’Appello a Roma per Claudio Marchiandi funzionario del provveditorato regionale dell’amministrazione penitenziaria.
Coinvolto nell’inchiesta sulla morte di Stefano Cucchi avvenuta nell’ottobre del 2009 Marchiandi scelse di essere processato con rito abbreviato e fu condannato a 2 anni. Oggi il procuratore generale ha chiesto alla Corte d’Appello di confermare la condanna anche se con una leggera diminuzione avendo escluso il reato di abuso d’ufficio. La sentenza sarà pronunciata il 30 aprile prossimo.


L’accusa contestata era quella di avere concorso alla falsa rappresentazione delle condizioni di salute di Stefano Cucchi e farlo così ricoverare nella sezione speciale dell’ospedale Sandro Pertini. L’accusa che gli è mossa era quella di avere redatto personalmente in ospedale la richiesta di disponibilità di un posto letto e di aver aiutato gli agenti della polizia penitenziaria ad eludere le indagini. Il processo per la morte di Cucchi è ancora in corso davanti alla terza Corte d’Assise dove sono imputate 12 persone. Si tratta in particolare di 6 medici, di 3 infermieri e di 3 agenti della polizia penitenziaria.

fonte: Adnkronos

Nessun commento:

Notizie Correlate