18 febbraio 2012

Monti. riapre il Cie di Santa Maria Capua Vetere

Il governo Monti riapre il Cie (Centro di identificazione ed espulsione) di Santa Maria Capua Vetere. L'ordinanza, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 28 gennaio scorso, prevede la riattivazione del Centro nella ex caserma "Andolfato" fino al 31 dicembre 2012 con una capienza di 200 posti.
La struttura, che nello scorso anno trattenne gli immigrati provenienti dalla Tunisia e dalla Libia, fu aperta il 4 aprile e realizzata dalla protezione civile in soli tre giorni. Cento tende da sei e otto posti su un'area di quindicimila metri quadrati. Il campo venne trasformato in Cie il 21 aprile 2011, ma fu costretto a chiudere perché reso inagibile nella notte tra il 7 e 8 giugno 2011 in seguito ad una rivolta scoppiata all'interno della struttura.
Furono incendiate una diecina di tende. Negli scontri violenti rimasero feriti una ventina di persone tra poliziotti e immigrati. Il giorno dopo la rivolta, la Procura di Santa Maria Capua Vetere dispose il sequestro dei luoghi dove avvennero gli incidenti. Gli ultimi 90 immigrati ancora nel campo, vennero trasferiti verso altri centri del Sud Italia.

Nessun commento:

Notizie Correlate