12 gennaio 2012

Roma: Ennesima inutile retata contro i senegalesi

I carabinieri si sono presentati in forze questa mattina all'alba, nelle case abitate da senegalesi a via Campobasso, al Pigneti. Dicono di cercare i due fuggiaschi, responsabili del duplice assassino di Torpignattara, uno dei quali dovrebbe aver lasciato, come sostengono gli inquirenti stessi, Roma da giorni.
Dicono inoltre che stanno facendo controlli in tutte le aggregazioni di immigrati o nei posti dove gli stranieri si incontrano, sempre accompagnati da troupe televisive e da giornalisti. COSÌ CHI ACCENDERÀ LA TV, ALL'ORA DI PRANZO, POTRÀ SENTIRSI RASSICURATO NEL VEDERE UNA DOVIZIA DI CONTROLLI SUGLI STRANIERI. Anche se è inutile perquisire per l'ennesima volta le case di chi con armi, droga e rapine non ha niente a che fare I CARABINIERI HANNO MESSO IN ATTO L'ULTIMA PUNTATA DI UNA PERSECUZIONE CHE VA AVANTI DAL 2004. Continui controlli alla ricerca di armi e droga che si sono sempre rilevati inutili e che anzi generano tensioni nel quartiere. 12 i senegalesi portati via per l'identificazione sotto le luci delle telecamere, tutti in via di rilascio tranne i quattro privi di documenti. All'uscita della caserma non ci sono telecamere perchè il fatto che questi cittadini siano del tutto estranei alle ragioni del blitz non interessa nessun media.

Domani italiani e immigrati con il permesso di soggiorno e senza, assieme ai lavoratori africani di Rosarno, di Nardò e del resto d'Italia saranno in piazza dalle ore 14.00 (Piazza dell'Esquilino) contro lo sfruttamento nelle campagne italiane e nelle metropoli e contro le leggi sull'immigrazione. La comunità senegalese di via Campobasso sarà in piazza per denunciare la persecuzione a cui sono sottoposti.



■Comitato di Quartiere Pigneto
■Osservatorio Antirazzista Pigneto Torpignattara
■Comunità senegalese di Via Campobasso
■CSOA ExSnia



Nessun commento:

Notizie Correlate