22 giugno 2011

Roma: Ai precari il governo risponde col manganello

Cariche delle forze dell’ordine in piazza Montecitorio contro i precari di scuola e università che da giorni manifestano davanti alla Camera (foto).
Quando i precari gridavano "dimissioni" rivolto al premier Silvio Berlusconi che stava svolgendo la sua informativa in aula, sono intervenute le forze dell'ordine in assetto antisommossa Le forze dell'ordine, hanno caricato i manifestanti che continuavano a tirare frutta e qualche uovo contro il palazzo (video).
I precari della scuola e dell'università hanno poi inscenato una protesta anche a ridosso del Senato. Dopo essere passati sotto il ministero della Pubblica amministrazione in corso Vittorio, sono risaliti verso Palazzo Madama percorrendo via del Teatro Valle finché sono stati bloccati da uno sbarramento della polizia in coicindenza di piazza Sant'Eustachio a ridosso di Palazzo Carpegna che fa capo al Senato. Una camionetta impediva il passaggio a un centinaio di manifestanti che si sono limitati a urlare "Vergogna", "Dimissioni", "Scuola libera". La protesta è durata qualche minuto e poi i manifestati hanno fatto marcia indietro passando sotto il Teatro Valle da dove altri precari hanno esposto striscioni e bandiere. Anche qui a sbarrare la strada un cordone di forze dell'ordine in tenuta antisommossa. Poi i manifestanti hanno lasciato via del Teatro Valle e si sono di nuovo diretti verso Montecitorio. "Abbiamo ottenuto l'autorizzazione a ritornare in piazza Montecitorio", hanno spiegato i precari. In testa al corteo un grosso striscione con su scritto "Roma bene comune" e il simbolo del Colosseo.

Nessun commento:

Notizie Correlate