7 maggio 2011

Bologna: Cariche della polizia al presidio contro Maroni

Mille persone hanno manifestato, nelle strade del centro di Bologna, contro la presenza in città del ministro leghista Roberto Maroni, contro le politiche di austerity e il razzismo istituzionale del governo Berlusconi. Partendo dall’incrocio della ‘T’, un corteo si è mosso lungo via Indipendenza dietro lo striscione “Emergenza Maroni, respingiamo il governo Berlusconi”. Tra i cori: “Odio la Lega”, “Maroni stiamo arrivando” e “Indovina dove andiamo”. Poi, dopo aver percorso via dei Mille e via Marconi, i manifestanti hanno annunciato l’intenzione di raggiungere la Prefettura ma il corteo è stato fermato dalle forze dell’ordine all’inizio di via Ugo Bassi. Dopo alcuni minuti di fronteggiamento, i manifestanti hanno imboccato rapidamente via Testoni e poi via Portanova. All’inizio di via IV Novembre, a pochi passi dall’Ufficio del Governo, il contatto con la Polizia che ha manganellato ripetutamente e con violenza sulle prime file.
In quel momento uno studente delle superiori è stato fermato dalla Polizia: prima è stato trascinato violentemente a terra, poi una volta portato dietro i cordoni ha ricevuto diverse manganellate. Il corteo però non si è disperso e dopo un lungo fronteggiamento ha ottenuto la possibilità di riprendere il cammino, lungo via Battisti e poi via Barberia fino a piazza Malpighi. Lì è cominciato un blocco del traffico, proseguito poi nel pieno dell’incrocio tra via Ugo Bassi e via Marconi e terminato solo quando dagli avvocati è giunta la notizia del rilascio dello studente fermato.


fonte: zic.it

Nessun commento:

Notizie Correlate