27 aprile 2011

Roma: Ragazzi aggrediti da militanti CasaPound

Ieri sera nel quartere Talenti sei giovani studenti tra i 16 e i 18 anni delle scuole medie superiori della zona, due ragazze e quattro ragazzi tra 16 e i 18 anni, sono stati aggrediti da una quindicina di esponenti di casa pound provenienti dall'occupazione di Via Val d'Ala. Tre dei giovani hanno dovuto ricorrere alle cure mediche con prognosi che vanno dai 7 ai 10 giorni. La loro unica colpa era di stare a chiacchierare sotto le proprie case, come in una sera qualunque, e per alcuni di loro di essere attivi politicamente nei propri istituti.
I neofascisti di casa pound mostrano il loro volto firmando come primo atto politico della loro presenza in IV municipio un aggressione squadrista. L'unico scopo di questi figuri è quello di inquinare la normale dialettica politica e sociale in un quartiere che sta vedendo in questi anni un forte protagonismo dell'associanismo di base, degli studenti, dei precari, ormai è caduta la maschera di "occupazione abitativa" di Via Val D'Ala 200: delle 18 famiglie che dovevano vivere la non ce ne è neanche una e quella occupazione è solo un covo da cui partono aggressioni.
Le istituzioni, dal IV Municipio alla Regione Lazio passando per il Comune di Roma, si devono assumere le loro responsabiltà: non possono continuare a fare delle organizzazioni neofasciste la loro longa manus inondandoli di patrocini e finanziamenti e usandoli come strumento di "governance" dei territori, e poi chiudere gli occhi di fronte alle aggressioni e allo squadrismo.


VIA VAL D'ALA 200 VA CHIUSA!


FUORI I FASCISTI DAI NOSTRI TERRITORI!
 

Nessun commento:

Notizie Correlate