19 gennaio 2011

Milano: sgomberato lo spazio occupato di Scienze Politiche

Questa mattina alle 7 è stato sgomberato da una ventina di agenti della digos lo spazio occupato ieri pomeriggio all'interno della Facoltà di Scienze Politiche a Milano. Alle 12:30 assemblea nel cortile della Facoltà per discutere il da farsi. Ieri era stato occupato un locale della facoltà in via Livorno 1 (parallela di via Conservatorio) al dipartimento di storia. Per oggi era previsto un banchetto informativo nel cortile della facoltà e una paninata a prezzi popolari.
Quello che segue è il comunicato con il quale studenti e studentesse hanno fatto il loro ingresso dentro lo spazio occupato, lavoro politico che certo non si farà fermare dallo sgombero!

Rivendichiamo ciò che è nostro!

Oggi è stato occupato uno spazio a scienze politiche; invitiamo tutti a passare. L'università è il luogo dove tutti giorni veniamo a studiare o seguire lezioni; ma è anche un luogo dove viviamo buona parte della nostra giornata.
Per questo motivo è necessario riappropriarsi di uno spazio all'interno della facoltà, al fine di destinarlo a tutte quelle attività alternative alla semplice "didattica". Questo perché governi e baroni, con le loro riforme e controriforme, hanno trasformato gli atenei in luoghi dove ogni studente si deve limitare ad assorbire nozioni preconfezionate, per poi ripeterle all'esame di turno. Al contrario, noi siamo convinti che l'università debba essere prima di tutto un'esperienza di accrescimento personale e collettivo, affinché la propria coscienza critica possa maturare e crescere liberamente - confrontandosi e socializzando con gli altri studenti.
Questo spazio, inoltre, vuole porsi come luogo di riferimento per mantenere alto il livello della mobilitazione, che dovrà continuare, soprattutto dopo l'approvazione del ddl Gelmini e dopo il ricatto imposto da Marchionne ai lavoratori FIAT, ai quali esprimiamo tutta la nostra solidarietà. Le politiche di ristrutturazione delle università, infatti, sono in diretta continuità con tutte le politiche di ristrutturazione del mercato del lavoro messi in atto in questi ultimi anni. Politiche propagandate senza ritegno all'interno della nostra facoltà.
In sostanza, in questo spazio vorremmo costruire una socialità diversa da quella che ci viene imposta dai ritmi universitari, in modo che gli studenti abbiano la possibilità di interagire al di fuori delle lezioni per discutere e relazionarsi in un modo diverso.

Assemblea Studenti Scienze Politiche

fonte: InfoAut

Nessun commento:

Notizie Correlate