18 novembre 2010

Vendetta di Stato con chi lotta: Espulso e deportato Mimmo, migrante della lotta per la sanatoria a Brescia

Mohamed (da tutti conosciuto come ), è stao espulso oggi alle ore 14,05 dall'Italia e deportato in Egitto. Era stato fermato mentre cercava di evitare l’espulsione, avvenuta proprio quel giorno, di altri 9 fratelli egiziani rastrellati durante lo sgombero violento del presidio sotto la gru.  Mimmo e’ uno dei principali protagonisti della lotta per i diritti e la sanatoria ed e’ per questo che viene colpito da questa odiosa rappresaglia.
''Non ci e' stato concesso il tempo di fare ricorso contro il rifiuto della domanda di sanatoria fatta da Mimmo''. Lo ha detto all'Ansa Sergio Pezzucchi, avvocato di Mimmo. ''L'espulsione e' stata fatta dalla questura di Milano perche' Mimmo - ha spiegato il legale - era nel Cie di Corelli da lunedi' scorso''. Il migrante ''aveva una pratica per la sanatoria in corso, ma non abbiamo saputo che la sua domanda era stata respinta fino all'udienza di convalida quando, dalla Questura, e' arrivato un fax con il provvedimento di rigetto della domanda di Mimmo che, pero', non era datato e non aveva alcun segno di notifica al suo datore di lavoro. Non ho motivo di dubitare che la domanda sia stata respinta, ma non ci hanno fornito la documentazione completa, percio' - ha aggiunto Pezzucchi - volevamo fare ricorso, ma non ce n'e' stato dato il tempo''. In ogni caso, ''presenteremo comunque ricorso, magari per farlo rientrare in un secondo momento''. Pezzucchi ha appreso dell'espulsione del suo assistito solo intorno alle 12 e, dopo aver recuperato il passaporto e gli effetti personali di Mohamed-Mimmo, si e' subito precipitato da Brescia all'aeroporto di Malpensa. ''Purtroppo e' stato tutto cosi' rapido che, quando siamo arrivati, l'aereo era gia' in fase di decollo''. Pare che Mohamed, una volta salito sul velivolo dell'Egyptair, scortato dalle forze dell'ordine, si sia messo a protestare contro l'espulsione. L'egiziano era arrivato in Italia nel 2003 e a Brescia lavorava come saldatore e tecnico informatico

Nessun commento:

Notizie Correlate