9 settembre 2010

Viareggio: attentato alla sede del Prc

Una bomba carta ha mandato in frantumi i vetri della porta della sede di Rifondazione Comunista, federazione della Versilia, a Viareggio. E' successo stanotte qualche minuto prima dell'una: lo scoppio è stato sentito anche a notevole distante e ha richiamato subito l'attenzione degli abitanti delle case vicine alla sede del Prc, in via San Marino, vicino alla stazione ferroviaria.
Il petardo sarebbe stato lanciato tra la saracinesca e la porta a vetri. Una coppia di fidanzati avrebbe visto due giovani allontanarsi a piedi. Le indagini sono condotte dai carabinieri e i residui di polvere trovati saranno inviati al ris di Roma. "Seguiamo tutte le piste - dice il comandante della compagnia di Viareggio Andrea Pasquali - e non escludiamo nulla".
Dopo l'esplosione diversi rappresentati del partito sono arrivati davanti alla sede del Prc: tra questi l'ex vice presidente del Senato, Milziade Caprili, oggi consigliere comunale a Viareggio . "Non capiamo il motivo di questo gesto - dice Caprili -. E' già cominciata la campagna elettorale. Non é la prima volta comunque che siamo stati oggetto di vandalismi". Il giovane segretario della sezione di Prc Simone Forassiepi ricorda che "questo episodio segue l'incendio di una bandiera che si trovava fuori dalla sede, avvenuto alcuni mesi fa. Sono certo che si tratta di un fatto legato alla politica: se fosse stata una bravata di giovani ci sarebbero stati altri posti per collocare un petardo ed invece l'hanno messo davanti alla nostra sede".

Nessun commento:

Notizie Correlate