15 maggio 2010

Torino: arrestati per un'azione pacifica alle porte palatine

Doveva essere la solita azione pacifica ad effetto mediatico per chiedere la libertà dei nostri compagni arrestati e quelli inquisiti il 12 Maggio 2010, ma questa volta qualcosa, non per colpa nostra, è andato storto…
Verso le 16 di venerdì 14 Maggio, un gruppo di solidali si è avvicinato pacificamente alle Porte Palatine, situate a pochi passi dal Duomo, dove dal 10 Maggio c'è la kermesse folcloristica dell'ostensione della sindone, ed ha steso uno striscione nero -vedi foto- .
Immediatamente è arrivato un agente in borghese del commissariato vicino, e con fare minaccioso e vioolento ha ordinato ai propri colleghi di fermare alcuni nostri Compagni. E così fra la tensione alle stelle che hanno creato gli uomini in divisa, Andrea e Gabriele sono stati strattonati, ammanettati e portati in questura. Sembrava, ed in effetti era una cosa da poco… Nel senso che, se si ragiona, ma gli sbirri difficilmente lo fanno… è talmente assurdo che, per uno striscione esposto si vada in galera… Qui ormai viene violato il seppur minimo diritto d'espressione… La tanto democrazia di merda che va a sventolare il presidente Napolitano…
No! La polizia non ci sta a fare l'ennesima figura di merda, come la sera precedente al Salone del libro… Ecco perchè sono intervenuti così violentemente contro un'azione pacifica…. Ecco perchè i Nostri Compagni Andrea e Gabriele ora sono in galera!

Ci faremo sentire molto presto!

TUTTE E TUTTI LIBERI!!!

fonte Indymedia

_________________________

La lettera della mamma di Gabriele

Hanno arrestato mio figlio Gabriele, studente, 20 anni, incensurato per una menifestazione alle Porte Palatine di solidarietà con i Centri Sociali! Alle 16. E mi hanno avvertita alle 20,30. Adesso è alle Vallette...non ho potuto parlargli...ho paura per lui e mi sembra un incubo, Cosa sta succedendo in questa nostra città, in questo nostro Paese? mio figlio non è nè un criminale, nè un violento...è serio, generoso, riflessivo e si interessa a quello che succede intorno a lui. E' antifascista, antirazzista e NOTAV. Studia Scienze Politiche e ha tutti 30: studia, pensa, si informa. Perchè hanno arrestato proprio lui: castigarne uno per colpirne cento? Affinchè i giovani non si ribellino, siano passivi e ossequiosi verso tutto ciò che è ingiusto, antidemocratico, prepotente e mafioso.

Se volete madargli un telegramma l'indirizzo è:
Gabriele Gasseau Carcere Lo Russo Cotugno Strada Pianezza, 300 - 10151 torino

Tiziana Pistol

1 commento:

Anonimo ha detto...

Altra cosa inspiegabile è l'atteggiamento della stampa locale, a firma sempre dello stesso giornalista che si interessa a queste vicende, che oggi titola un articolo con "Squatter, attacco alla Sindone" (quando non penso c'entrasse nulla l'oggetto in questione) parlando di assalto tra i pellegrini con tre agenti feriti negli scontri (ricordiamo che violenza genera violenza?): probabilmente è stata scelta "l'attuale zona rossa dell'Ostensione" per attirare l'attenzione su alcuni fatti accaduti (chiedendo appunto la libertà per alcuni arrestati a seguito dello sgombero di una casa occupata); ma il procuratore è per la linea dura nei confronti degli "antagonisti", anzichè prendere atto del disagio in cui vive ultimamente buona parte dei cittadini, rimasti senza lavoro e di conseguenza anche sfrattati, che non scelgono certo di diventare nè ladri nè assassini!

Notizie Correlate