12 maggio 2010

Caso Gugliotta: Procura Roma chiede a gip scarcerazione. Indagato un agente per lesioni

Stefano Gugliotta è stato vittima di un atto arbitrario. Lo sostiene la procura di Roma che ha inviato al gip Aldo Morgigni (e per conoscenza, in vista di una interrogazione parlamentare, anche al ministero dell'Interno) il parere positivo alla scarcerazione. Secondo il procuratore Giovanni Ferrara, l'aggiunto Pietro Saviotti e il pm Francesco Polino, i filmati sull'aggressione fanno capire come sia stata legittima la reazione che Gugliotta (finito in carcere per resistenza, violenza e oltraggio a pubblico ufficiale) ha avuto con i poliziotti al momento dell'arresto, alla luce della condotta violenta assunta dall'agente.
Intanto è indagato per lesioni volontarie aggravate dal fatto che è un pubblico ufficiale, il poliziotto che ha sferrato il pugno a Gugliotta. L'agente era stato sentito ieri come persona informata sui fatti dal pm Polino, ma l'atto istruttorio era stato poi interrotto in quanto si era resa necessaria la nomina di un avvocato. Al vaglio dei magistrati ci sarebbe la posizione di un secondo agente di polizia che, però, pare non abbia toccato Gugliotta. L'agente si sarebbe soltanto avvicinato al motorino del ragazzo.

Nessun commento:

Notizie Correlate