16 aprile 2010

Fatti di Pistoia il 28 aprile riparte il processo. Ma intanto c'è stata la vittoria in Cassazione

La Corte di Cassazione di Roma, alla quale i sei imputati avevano fatto ricorso a dicembre, ha annullato l'ordinanza del Tribunale del Riesame di Firenze che confermava gli arresti. Il Riesame dovrà pronunciarsi nuovamente sulla base delle motivazioni dell'annullamento, che saranno espresse dalla Cassazione nei prossimi giorni.
L'annullamento della conferma degli arresti può riguardare:
1) l'erronea applicazione del reato di devastazione e saccheggio
2) l'aver ignorato in tutto o in pare le ragioni della difesa
3) entrambe le cose.
Insomma, una sentenza che conferma quello che dalle pagine di questo sito dicevamo fin dall'inizio, cioè che gli arresti sono stati una rappresaglia politica e per tenerli in piedi giuridicamente era stata inventata la devastazione e saccheggio. Riassumendo, 6 imputati incensurati hanno fatto carcere e arresti domicialiri solo per volontà politica della questura di Pistoia e dei giudici che l'hanno assecondata.
Il processo invece riprenderà il 28 aprile a Pistoia quando verranno sentiti gli ultimi testimoni.


fonte: SenzaSoste

Nessun commento:

Notizie Correlate