10 febbraio 2010

Roma: La polizia carica una manifestazione contro la crisi

Questo pomeriggio a Roma davanti alla prefettura, in piazza Santi Apostoli, si è svolta una manifestazione convocata dalla Rete romana contro la crisi, dai lavoratori Eutelia, dai lavoratori Italtel, dai movimenti per il diritto all’abitare, dai cassintegrati Alitalia, dagli autoconvocati Sirti, dai lavoratori Telecom, dal Coordinamento precari scuola, e dai Comitati per il reddito, per chiedere un piano anticrisi. Partecipavano anche alcuni migranti dell’assemblea dei lavoratori africani di Rosarno a Roma. Lo stesso giorno enti locali, governo e parti sociali partecipavano in Prefettura a un tavolo sul lavoro.
Verso le 18 i partecipanti al presidio autorizzato sono stati violentemente caricati dalla polizia in tenuta antisommossa. Un lavoratore dell’Eutelia è stato ferito alla testa ed è in ospedale, mentre un attivista è stato fermato dalla polizia. Le cariche sarebbero iniziate quando i manifestanti hanno provato ad attraversare la strada che separa piazza Santi Apostoli dalla prefettura.
"Condanno con forza la carica a freddo della polizia contro le circa 2000 persone, uomini, donne e bambini, che davanti alla Prefettura di Roma chiedevano risposte concrete ai loro reali problemi (la perdita della casa o del lavoro) e hanno ricevuto solo manganellate"- dichiara Paolo Ferrero segretario nazionale del Prc- "Esprimo solidarietà ai feriti, fra i quali il consigliere regionale del Prc Ivano Peduzzi. È questa la risposta che il governo offre a chi paga colpe non sue, un atto repressivo inaudito, inaccettabile per la Federazione della Sinistra.Il governo, incapace di affrontare le mille emergenze sociali, ricorre al metodo antico del manganello, per dare l’ennesimo colpo ad una parvenza di democrazia"

Nessun commento:

Notizie Correlate