8 febbraio 2010

Mornico al Serio (Bg): Carabiniere spara ed uccide un giovane migrante

Un controllo di routine su un’auto sospetta, un movimento brusco, forse un tentativo di fuga. E la reazione da parte delle forze dell’ordine. È morto così ieri sera in provincia di Bergamo un immigrato nordafricano, colpito dal proiettile esploso dall’arma di un carabiniere che aveva appena fermato lui e un suo connazionale.
L’episodio è avvenuto a Mornico al Serio, un paese della Bassa Bergamasca, poco dopo le 21. Ancora frammentaria la ricostruzione dell’episodio. Secondo quanto riferiscono fonti dell’Arma una pattuglia si è avvicinata a una Peugeot 206 ferma in via Verdi, nel centro del paese. A bordo c’erano due persone, immigrati nordafricani all’apparenza.
I militari avevano e hanno il sospetto che fosse in corso uno scambio di sostanza stupefacente, anche se non sarebbe stata trovata droga sul posto. Dopo che i due sono stati fatti scendere dall’auto, sono stati chiesti i documenti. A questo punto la ricostruzione dei fatti si fa complicata. C’è chi parla di una colluttazione, chi di un tentativo di fuga da parte degli immigrati. È a questo che dalla pistola d’ordinanza di uno dei due militari parte un colpo da ravvicinata che centra al petto l’extracomunitario mentre l’amico che era con lui riesce a scappare a piedi facendo perdere le sue tracce. A Mornico nel frattempo arriva un’ambulanza del 118 che tenta un disperato tentativo di rianimazione del ferito, tentativo che si rivela presto inutile.
L’identità della vittima non è stata accertata anche perché sul corpo e sull’auto non sono stati trovati suoi documenti. Incerta è anche l’ipotesi che si tratti di un pusher, ma la droga potrebbe essere stata in possesso dell’uomo che è scappato. Nella stessa zona, due anni fa, sempre durante un controllo su un’automobile era scaturito un conflitto a fuoco tra una pattuglia di carabinieri e quattro immigrati di origine balcanica. Al termine della furiosa sparatoria due immigrati erano rimasti sull’asfalto privi di vita mentre due militari erano stati ricoverati all’ospedale di Treviglio con lievi ferite di arma da fuoco.

fonte: Corriere della Sera


Nessun commento:

Notizie Correlate