14 settembre 2009

Livorno: Fiaccolata per chiedere giustizia per Marcello Lonzi

Un centinaio di persone si sono radunate ieri sera in piazza della Repubblica per la fiaccolata organizzata da Maria Ciuffi, la madre dio Marcello Lonzi, per chiedere verità e giustizia per la morte del proprio figlio avvenuta l'11 luglio del 2003 nel carcere delle Sughere di Livorno. Una fiaccolata organizzata in pochi giorni dopo aver ricevuto la notizia dell'ennesimo rinvio della chiusura delle indagini. Il Pm e il procuratore De Leo avevano infatti dichiarato che le indagini si sarebbero chiuse a settembre invece la chiusura è rinviata ad ottobre.
Per questo Maria Ciuffi ha sentito l'esigenza di rendersi visibile e fare pressione affinchè si facciano gli ultim iinterrogatori e si vada al processo: "Manca solo un interogatorio, lo facciano e poi chiudano le indagini. Si sa già che ci sono indagati fra le guardie carcerarie e che uno è anche recidivo. Arrivare al processo è sempre stato il nostro primo obiettivo e spero che ci riusciremo. Però bisogna chiudere, ho paura che si vada in prescrizione. Perchè non chiudono? c'è qualcuno che fa pressioni? Dopo 6 anni voglio una risposta." Questo è l'amaro sfogo(ma anche ricco di speranza) della madre, accompagnata per l'occasione in corteo da Haidi e Giuliano Giuliani, i genitori di Carlo Giuliani ucciso durante il G8 di Genova dal carabiniere Placanica.
La fiaccolata, a cui hanno partecipato Rifondazione Comunista e il Movimento Antagonista Livornese, si è conclusa in prefettura dove è stata consegnata una lettera al Prefetto per rendere partecipi le istituzioni delle preoccupazioni della madre e dello svolgimento delle indagini. Il corteo si è anche fermato davanti al presidio dei cassaintegrati Ex Delphi e Giolfo&Calcagno in piazza del Municipio dove la ex senatrice Heidi Giuliani ha salutato gli operai e le operaie in lotta.
Adesso non resta che aspettare la chiusura delle indagini e tenere le luci puntate su questa terribile vicenda avvenuta in uno dei peggiori carceri d'Italia dove morire è una probabilità più che casuale...


Nessun commento:

Notizie Correlate