18 maggio 2009

Torino G8 dell'Università: Scontri con le forze dell'ordine. Tre giovani fermati

Ancora tensione per il G8 dell'Università a Torino. Alcune centinaia di studenti manifestano questa mattina davanti al Castello del Valentino, sede della facoltà di Architettura, dove è in corso il vertice sull'istruzione superiore alla presenza di 40 rettori provenienti da 19 paesi del mondo. I ragazzi dell'Onda sono arrivati alla spicciolata usando i mezzi pubblici. Molti si coprono il volto con i capucci, tra loro diversi studenti stranieri: soprattutto francesi, inglesi e greci. Hanno bloccato la circolazione in corso Massimo D'Azeglio stendendo dei fili tra i semafori. Urlano slogan contro il G8 e utilizzano fumogeni colorati. L'intera zona è presidiata da un imponente servizio d'ordine di polizia, carabinieri e polizia municipale. Gli studenti hanno srotolato anche uno striscione con la scritta "A Torino c'è Profumo di marcio" che fa riferimento al rettore del Poliltecnico, Francesco Profumo, che è tra gli organizzatori dell'iniziativa. C'è stato qualche acceno di scontri con la polizia che presidia in forze il Castello. Tre giovani, tra i quali una ragazza greca, sono stati fermati. Poi la situazione è parsa calmarsi: c'è stata una sorta di "trattativa" tra studenti e polizia per evitare ulteriori problemi. La manifestazione prosegue e il numero di giovani in piazza continua ad aumentare.

fonte: La Repubblica
Ultimora:
  • Continuano le cariche della polizia, Eleonora Florenza della segreteria nazionale del Prc, picchiata selvaggiamente. E' in ospedale con un braccio fratturato
BARBARA AGGRESSIONE DELLA POLIZIA AGLI STUDENTI A TORINO

Sono barbare e inaccettabili le cariche della polizia avvenute a Torino. Di fronte ad azioni di protesta del tutto non violente e simboliche le forze dell'ordine hanno aggredito i manifestanti, coinvolgendo molte persone rimaste ferite, tra cui la responsabile scuola della segreteria nazionale di Rifondazione Comunista. In Italia il diritto a manifestare è sancito dalla Costituzione e chiediamo al governo di interrompere immediatamente queste azioni da stato di polizia.
Paolo Ferrero
segretario nazionale del Partito della Rifondazione Comunista
_____________
Rifondazione Comunista denuncia con forza la barbara aggressione avvenuta stamattina a Torino da parte delle forze dell’ordine agli studenti e ai ricercatori che protestano contro il G8 University Summit.
Negli incidenti è stata aggredita e ferita, tra gli altri, Eleonora Forenza membro della Segreteria Nazionale del Prc-Se. Molti tra studenti e ricercatori sono stati arrestati impedendo loro di esercitare il diritto al libero dissenso pacifico.
Il Prc-Se chiede con forza che si consentano le dimostrazioni contro una riunione illegittima dei rettori europei e chiede, altresì, la liberazione degli studenti in stato di fermo.

Fabio de Nardis
Resp. naz. Università e Ricerca Prc-Se
Italo Di Sabato
Resp. naz. Osservatorio sulla Repressione Prc-Se

Le cariche messe in atto dalla celere sono inqualificabili e vanno condannate. Tra piazza Carlo Felice e via Roma vi è stata una carica a freddo sugli studenti che esponevano uno striscione, mentre era in corso una trattativa con la dirigenza Digos per non far degenerare la situazione, viste le cariche ed i fermi della mattinata". "Nel parapiglia vi sono stati almeno due feriti: uno studente che ha riportato un trauma cranico e la compagna Eleonora Forenza, segreteria nazionale del Prc, che ha riportato la frattura del gomito"."Qualche ora prima sul treno per Torino un ragazzo che si stava recando al contro G8 veniva aggredito da alcuni naziskin che tentavano anche di incidergli con un coltellino una svastica sul braccio"."Siamo davvero preoccupati per l´involuzione antidemocratica che sta avvenendo in questo Paese che non riesce nemmeno più a garantire uno dei punti saldi della Costituzione, ovvero il diritto a manifestare"."Riteniamo inoltre grave il comportamento della celere che ha deciso, autonomamente anche dall´atteggiamento della Digos, di far salire le tensioni anche in vista della manifestazione prevista per domani. Non sappiamo quali siano le intenzioni, ma ci auguriamo che nella manifestazione di domani prevalga il buon senso e non la logica della contrapposizione".

Juri Bossuto, Consigliere regionale Prc - Tommaso D´Elia, consigliere provinciale Prc - Armando Petrini, segretario regionale Prc - Renato Patrito, segretario provinciale Prc


1 commento:

YmeyXM ha detto...

E' assurdo che certe cose continuino ad accadere. Anche oggi, lasciamo che le vicende si dispieghino. le analizzeremo e criticheremo lucidamente quando saremo tutti a casa. e naturalmente le terremo in conto, in lista. Insieme a tutte le altre restrizioni che stiamo registrando , noi cittadini e altra popolazione sul territorio italiano.
mi sembra di assistere alla concretizzazione del Leviatano : POTERE MORALE E POLITICO in un solo vertice.
e non è possibile! Non è possibile che ESSO non rappresentandoci ci chieda di sostenerlo economicamente. / Non siamo incompetenti. Siamo legati. Le nostre scelte non sono libere. Le nostre scelte sono limitate. Anzi, che dico.. NON ABBIAMO SCELTA!
(in pratica è così. inteoria ci viene detto di attendere, di obbedire, di seguire, di fidarci).
Le vie per uno sviluppo sostenibile sono innumerevoli e benvenute , ma non hanno di certo questo carattere di espressione.

Notizie Correlate