30 maggio 2009

Roma: Corteo anti G8 più di 20 mila in corteo, momenti di tensione per una provocazione fascista. Fermati 5 compagni

"Siamo più di 20mila". Lo dicono gli organizzatori del corteo anti G8. Alla partenza del corteo provocazione fascista, un gruppo di ragazzi di destra ha tentato di infiltrarsi nel corteo contro il G8 ma sono stati riconosciuti dagli stessi manifestanti che li hanno allontanati e rincorsi. L'episodio, al quale sono seguiti momenti di tensione, è accaduto all'altezza di piazza Vittorio al passaggio del corteo. Alcuni agenti in borghese hanno bloccato il gruppo di ragazzi di destra: alcuni sono stati fatti entrare in una macchina che è stata poi circondata e inseguita dai manifestanti. Un ragazzo di destra, rimasto fuori dall'auto, ha rischiato il linciaggio ma è stato poi raggiunto e messo in salvo dai poliziotti che lo hanno caricato su un'auto fatta poi bersaglio di un lancio di oggetti. "La provocazione c'è stata, tre persone hanno tirato delle bottiglie sul corteo e non erano certo dei manifestanti". Lo ha detto Paolo Di Vetta dei Blocchi precari metropolitani, uno degli organizzatori del corteo. Cinque ragazzi della rete 'Rash', gruppo antifascista europeo, sono stati fermati dalla polizia dopo i brevi disordini scoppiati in via Buonarroti pochi minuti fa, nel corso del Corteo contro il G8 di Roma.

1 commento:

Anonimo ha detto...

bisogna scannarli tutti le merde fascsiste

Notizie Correlate