8 maggio 2009

Milano: La Lega propone «Posti riservati ai soli milanesi sulla metro»

«Prima c’erano i posti riservati agli invalidi, agli anziani e alle donne incinta. Adesso si può pensare a posti o vagoni riservati ai milanesi». Dopo la proposta di vagoni metro per sole donne e per migranti avanzata da Raffaella Piccinni, candidata della Lega alle provinciali, ecco quella di Matteo Salvini, annunciata durante la presentazione dei candidati milanesi del Carroccio alle elezioni provinciali del 6 e 7 giugno.«L’unico modo per applicare questa sua proposta è mettere stelle sul petto, di diversi colori a seconda della razza». Così il presidente della commissione Politiche sociali di Palazzo Marino, Aldo Brandirali (Pdl) commenta la proposta. «Salvini pur di conquistare voti – ha dichiarato Brandirali – è disposto a rischiare la ferocia umanitaria. Il problema è che queste proposte non si risolveranno con la fine della campagna elettorale e la conquista del consenso. Proseguirà con la sua influenza sulla gente, sempre più chiusa in se stessa e in conflitto con il diverso. E’ scandaloso il ruolo diseducativo che Salvini svolge».

Nessun commento:

Notizie Correlate