19 febbraio 2009

Una battuta da ignorante non si scherza su questi drammi.

Marco Bechis, regista di "Hijos" e "Garage Olimpo", film che raccontano le torture e i delitti "Una battuta da ignorante non si scherza su questi drammi" Mi fa quasi tenerezza, parla delle tragedie di un Paese come se parlasse di calcio o di uno show serale.

«A volte Berlusconi mi fa quasi tenerezza, è così ignorante dei drammi della nostra storia recente che mette tutto sullo stesso piano, parla dei desaparecidos come se parlasse di calcio o di uno show del sabato sera. È inevitabile che ferisca la suscettibilità di altri paesi, di altre vicende, che conosce per sentito dire e che finiscono nel frullatore delle sue barzellette semplicemente perché non gli interessano».Marco Bechis, il regista che ha raccontato in "Garage Olimpo" gli orrori della dittatura argentina, non è sorpreso dalla gaffe di Berlusconi. «Me l´aspettavo prima o poi...». Andrebbe ignorato?«No niente affatto. Bisogna sempre sottolineare quando ci sono questo tipo di superficialità. Il premier di un paese non può parlare con leggerezza di una tragedia come la strage di migliaia di argentini (e italo-argentini), purtroppo però con Berlusconi ormai ci siamo abituati a questo genere di battute. Per lui è una battuta come tante. Piuttosto mi colpisce un´altra cosa e se mi permette critico i giornali. Ho come l´impressione che alcune cose vengano fatte diventare importanti ad arte. Come per parlare d´altro e questo fa parte anche della strategia comunicativa di Berlusconi. Dico: s´è appena dimesso Veltroni da segretario del maggior partito d´opposizione, sta arrivando una crisi economica che potrebbe avere effetti spaventosi, e sembra che parliamo di questa gaffe quasi per parlare d´altro».L´Argentina ha convocato l´ambasciatore italiano, i parenti delle vittime protestano, forse servirebbero delle scuse...«Dico di più, rischiando anche di fare un po´ di fantapolitica. In Italia ci sono alcuni magistrati che stanno cercando di ottenere l´estradizione di Emilio Massera per processarlo. L´ammiraglio Massera è un massone piduista come lo è stato Berlusconi, era nella giunta insieme a Videla ed era uno dei massimi responsabili del lager dell´Esma, la Scuola di Meccanica della Marina argentina a Buenos Aires, dove iniziarono "i voli della morte" e dove migliaia di persone vennero torturate e uccise. Il governo argentino è sostanzialmente favorevole all´estradizione e al processo a Roma contro Massera per gli italo-argentini uccisi dai militari. Non vorrei che adesso tutta questa procedura si fermasse per questa crisi diplomatica tra i due paesi. E non vorrei, ma qui probabilmente esagero, che Berlusconi abbia voluto quella gaffe per creare l´incidente. Per mesi Massera si è sottratto ai magistrati italiani raccontando di vari malanni dovuti all´età ma, proprio in questi giorni, una commissione medica ha stabilito che può essere sottoposto a processo».

fonte: La Repubblica

Nessun commento:

Notizie Correlate