7 novembre 2008

Presto identificati i graffitari nazi che a Roma si firmano Militia?

Fetide canaglie fasciste si aggirano la notte per Roma negli ultimi giorni. L’ultima loro bravata si è avuta su Ponte Nenni un paio di notti fa con uno striscione ad impostazione delirante, nazista ed antisemita. Lo striscione era lungo una decina di metri ed era posto sulla parte di plexiglas che costeggia i binari della metropolitana A. Già il 23 ottobre nello stessa location i sarcastici buontemponi erano già intervenuti; stiamo parlando proprio di idioti e coglioni a proposito di questi buontemponi i quali neanche sanno che in tedesco si scrive Auschwitz (e in polacco Oświęcim) con la t tra la i e la zeta finale! Data l’efficienza dimostrata recentemente dagli inquirenti nei riconoscimenti video e foto degli autori delle bravate fasciste, non ci stupiremmo se presto si sapessero gli autori i questi turpi roman graffiti. Al di là di una passeggiata in loco, già un semplice sguardo con Google mappe con la funzione street view dimostra che in effetti alla fine di Via Giulio Cesare le telecamere impiantate sono molte, ma all’altezza di Ponte Nenni le telecamere pullulano ad ogni piè sospinto: ci sono pure quelle della Chiesa Avventista! Siamo ragionevolmente speranzosi che la sovrapposizione di targhe auto e moto di passaggio in relazione agli eventi recenti e di quelli del 23 ottobre consentiranno una sicura identificazione. Inoltre per mera coincidenza altre telecamere sono impiantate a monte e a valle del Ponte Nenni, e così si potrebbero riconoscere i visi scoperti di quelli che a volto coperto potrebbero avere partecipato alle bravate: non è molto facile immaginare codesti figuri che camminano con il passamontagna per centinai di metri. Noi siamo abituati a nutrirci di speranza.

Nessun commento:

Notizie Correlate