21 novembre 2008

Intimidazione fascista alla direttora dell'Unità

«De Gregorio, basta odio e falsità», firmato Forza Nuova: questa la scritta in vernice nera apparsa in giornata sotto l'abitazione della direttora dell'Unità Concita De Gregorio in zona piazza Tuscolo. Una scritta del genere era apparsa anche sotto casa del direttore di Repubblica il 6 novembre. Il leader di Forza Nuova Fiore aveva parlato di «provocazione».«Esprimo la mia solidarietà a De Gregorio per le indegne scritte apparse a piazza Tuscolo contro di lei. Ho dato disposizione al Decoro Urbano di cancellarle immediatamente», afferma il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.«Le scritte dei neofascisti di Forza nuova sotto casa del direttore dell'Unità sono una grave minaccia e il segno che l'offensiva verso l'informazione continua». Lo dice il segretario del Pd Walter Veltroni. «Esprimo la solidarietà mia e di tutto il Partito democratico a Concita De Gregorio e le confermo il pieno impegno del Pd contro il clima intimidatorio che l'estremismo di destra tenta di istaurare ormai da tempo». Da parte sua la redazione esprime solidarietà e vicinanza alla direttora. «Le gravi minacce che le vengono rivolte colpiscono, oltre a lei, i redattori impegnati nel lavoro di inchiesta sull'estremismo di destra e l'intero giornale - si legge nel comunicato - Il blitz di marca nazi-fascista contro la trasmissione "Chi l'ha visto", le intimidazioni al collega del Tg3 Santo Della Volpe, le minacce a Ezio Mauro e, in ultimo, quelle al direttore de l'Unità: l'attacco ai giornalisti e alla libera informazione prosegue. Non ci faremo intimidire».

Nessun commento:

Notizie Correlate