17 novembre 2008

Aggressione razzista a Roma

Un' aggressione violenta e inaspettata. Calci, pugni, insulti senza nessun motivo. E poi il grido: "immigrati andate via". Il tutto nel cuore della capitale, a Villa Borghese.Cosi' Victor, cittadino peruviano e operatore ecologico di una cooperativa sociale, racconta i momenti di paura vissuti poco prima delle otto assieme ad un suo collega, anche lui peruviano mentre erano intenti a svuotare i cestini dei rifiuti nella storica villa romana.Victor ha riconosciuto uno degli agressori: "era un punk che spesso dorme a Villa Borghese", lo aveva gia' notato altre volte mentre puliva il giardino vicino alla Casina dell'Orologio. Degli altri due non ricorda nulla.Ricorda solo di essere stato "insultato prima del calcio in viso con frasi tipo 'straniero di m...', 'immigrati andatevene"'. Victor e l'altro cittadino peruviano, hanno cercato di ignorare gli insulti dei tre uomini. Ma quando Victor si è chinato per svuotare il cestino dei rifiuti lo hanno colpito prima in faccia poi alla schiena. Quando il suo collega ha tentato di difenderlo e' stato aggredito anche lui.A denunciare il fatto Fabio Benedetti, presidente della Cooperativa sociale Parco di Veio, che gestisce la manutenzione di Villa Borghese e per la quale i due immigrati lavorano.Al pestaggio ha assistito il proprietario del bar della Casina dell'orologio che ha allertato la polizia. "Stamani, prima delle 8, due peruviani, dipendenti della Cooperativa sociale Parco di Veio, sono stati aggrediti da tre uomini a Villa Borghese. Come ogni sabato da quasi 5 anni - spiega - i dipendenti lavoravano all'interno della Villa, quando davanti alla Casina dell'orologio, il piu' giovane è stato avvicinato da un uomo con anfibi e giubbotto neri, e pugno di ferro, che lo ha preso a calci spaccandogli il sopracciglio e ferendogli lo zigomo e il mento. Poi è stato picchiato anche il collega. Nel frattempo -ha concluso Banedetti- dal bar qualcuno ha telefonato alla polizia e al 118 che ha soccorso i due?".Victor dopo l'aggressione e' stato medicato al pronto soccorso del policlinico Umberto I dove i medici gli anno dato una prognosi di 20 giorni. Per l'altro immigrato invece la prognosi e' stata di dieci.

Fonte: Rainews24

Nessun commento:

Notizie Correlate