19 settembre 2008

La stagione dei sindaci-sceriffi. A Viterbo è vietato mangiare panini per strada

«A Viterbo un'ordinanza fresca fresca proibisce cose come la vendita di cornetti caldi e farinacei dopo mezzanotte, ma anche mangiarsi un panino per strada (di giorno), sotto i portici e sotto i fornici, sull'uscio di abitazioni private, ovvero su gradini. Non vieta di andare in parco a mangiarselo, ma se ti addormenti una multa te la becchi». Così in una nota Riccardo Fortuna consigliere alla Provincia di Viterbo del PRC e pittore. «Vieta tra l'altro di trasportare colori 'in modalità tali da consentirne l'immediato e diretto utilizzò. Quindi in teoria vieta anche di dipingere all'aperto. Certo se c'è un giustificato motivo la multa non te la fanno... quindi se il vigile ti ferma con i colori appresso tu gli devi spiegare cosa ci devi fare, sperando di convincerlo. Domenica mattina ore 10 davanti a palazzo dei papi disobbedirò all'ordinanza, dipingendo all'aperto senza fornire spiegazioni. Mangerò, in oltre, non uno ma due panini con la porchetta e quando avrò finito di dipingere, mi accascerò in un angolo al sole e mi berrò beatamente una birra. Rischio qualche migliaio di euro di multa.... Vedremo un pò».

1 commento:

giuliano ha detto...

Non è opportuno aumentare i poteri di chi (sindaci),è portato tendenzialmente ad abusarne.Fra gli infiniti casi,vedere quello emblematico riportato in http://www.areagiuridica.com

Notizie Correlate