11 giugno 2008

Rho (Mi): La polizia carica i manifestanti No Expo!

Un centinaio di attivisti dei centri sociali, che volevano consegnare al governatore lombardo Roberto Formigoni e al sindaco di Milano Letizia Moratti, ospiti a Eire, alcuni mattoni dipinti d'oro, simbolo «della speculazione edilizia», sono stati bloccati dalle forze dell'ordine all'ingresso Sud del polo fieristico di Rho-Pero. Il picchetto di protesta contro Eire, dove, spiegano i manifestanti, «gli affaristi immobiliari si incontrano per spartirsi la torta in vista dell'Expo», è arrivato intorno alle 11 al polo fieristico, fermandosi sotto la Vela all'ingresso di Porta Sud, dove sono stati accesi due fumogeni, esposti striscioni e costruito un piccolo muro dorato con la scritta «da qui all'Expo solo affari e mattoni».I compagni e le compagne presenti hanno solcato pavimento e pilastri della fiera con slogan contro l'Expo e la «speculazione». Si tratta di «danni per qualche migliaio di euro», secondo il direttore generale di Fiera Milano Enrico Pazzali. I manifestanti erano quasi tutti giovanissimi aderenti a varie sigle (No Expo, Sos Fornace, Cantiere e altri), di Milano, Rho e Pavia. Si è verificata anche una carica degli agenti che hanno estratto i manganelli e trascinato alcuni dei manifestanti. Alla fine i ragazzi hanno riscostruito il «muro» di mattoni dorati, per lasciarlo «in dono agli speculatori».

Nessun commento:

Notizie Correlate