29 marzo 2008

Al G8 violenze indegne. L'avvocatura dello Stato si scusa per il comportamento dei poliziotti a Bolzaneto

«A nome dello Stato chiedo scusa per quello che è successo nella caserma di Bolzaneto nei giorni del G8. Condotte gravissime, inaccettabili per un Paese civile». Scuse come ammissione di colpa. E chi parla non è persona qualunque. È Matilde Pugliaro, legale dell'Avvocatura dello Stato di Genova. Al processo per le violenze che si consumarono nella caserma di Bolzaneto («i comportamenti disumani, raffigurabili in torture», come sostengono i due pm Patrizia Petruzziello e Vittorio Ranieri Miniati ) Pugliaro è responsabile civile in rappresentanza di tre ministeri: Interni, Difesa e Giustizia. Il che significa che se i 45 imputati verranno condannati e il Tribunale accoglierà le richieste di provvisionale presentate dalle parti offese (oltre 200 persone che chiedono tra i 20 e i 30 mila euro a testa per i maltrattamenti subiti), ai suoi assistiti potrà essere richiesto di contribuire al pagamento dei danni. (continua)

Nessun commento:

Notizie Correlate