24 ottobre 2007

Genova: Arrestata dai vigili urbani compagna del centro sociale Buridda

Sono giorni che la destra genovese agita la questione della sicurezzaper indire ronde anti immigrati nei quartieri del centro storico e del ponente e sono da ricondurre a questo clima, episodi come quello diieri pomeriggio, quando una compagna del Laboratorio Buridda è stata arrestata dai vigili urbani per aver semplicemente preso le difese di un ragazzo equadoriano strattonato dai controllori dell'AMT e inseguito circondato e immobilizzato dalla municipale. Un pericoloso criminale di 14 anni, colpevole di non avere il biglietto dell'autobus, ha prodotto un parapilgia in pieno centro,dove sono accorse volanti della polizia da cui scendevano alla"stursky e hutch" tutori dell' ordine i quali si accanivano anche sui cittadini presenti che prendevano le difese del ragazzo sud americano. Processata per direttissima questa mattina, la nostra compagna, a cui è stato convalidato l'arresto a piede libero, è accusata di resistenza aggravata. Per chi, nei "pacchetti sicurezza" chiede maggiori poteri di polizia consigliamo anche di inserire un corso da stuntman per vigili urbani, così che energumeni come quello impegnato ieri nell'immobilizzare la nostra compagna possano almeno evitare di farsi refertare 15 giorni di prognosi per aver spintonato e malmenato una donna. Ai presidenti di municipio che fanno gli sceriffi, ai vigili urbaniche diventano maldestri cowboy, alla destra che organizza ronde da kuklux klan risponderemo con la mobilitazione nelle strade e la lotta per estendere i diritti di tutti e tutte.

Laboratorio Sociale Occupato Buridda

Nessun commento:

Notizie Correlate